Dometic Italy, l'azienda lascia Forlì

L’incontro con la dirigenza svedese ha avuto esito negativo, sarà chiuso lo stabilimento

FORLI’ - L’incontro di questa mattina alla Dometic Italy di Forlì,  a cui hanno preso parte il responsabile della produzione europea del Gruppo, Hakan Ekberg, è durato solo 10 minuti: tanto è bastato all’azienda per comunicare che non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro sulla decisione di cessare la produzione in Italia.

L’azienda ha semplicemente spiegato alla delegazione sindacale, infatti, che anche tutte le sedi al di fuori di quella di via Virgilio saranno chiuse.

 

Il “piano sociale” presentato dal sindacato, approvato dai lavoratori, e condiviso anche dalle Istituzioni locali, che prevedeva l’utilizzo dei contratti di solidarietà per ridurre costi e gestire eventuali eccedenze di personale, non è stato in alcun modo preso in considerazione dalla Dometic .

“Riteniamo gravissimo questo comportamento della multinazionale offensivo per chi lavora, per il sindacato e per le istituzioni – spiegano i sindacati - anche perché non è stato fornito alcun dato sull’andamento aziendale e le prospettive e non è stata motivata in alcun modo la chiusura della produzione in un’impresa e in uno stabilimento che sappiamo essere profittevole e in grado di produrre utili”.

 

La risposta dei lavoratori non si è fatta attendere ed è stato proclamato uno sciopero con assemblea permanente.

La richiesta è che Comune e Provincia convochino al più presto un incontro per svolgere in sede istituzionale una trattativa “che riteniamo debba essere finalizzata a trovare una soluzione che permetta il mantenimento delle produzioni nello stabilimento di Forlì”, concludono i sindacati. Lo sciopero e il presidio dello stabilimento continueranno fino all’incontro.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.