22 giugno 2013 - Forlì, Economia & Lavoro, Società

Finanziamenti europei, l'Italia in 4 anni ha perso 22 miliardi

FORLI’ - Oltre centocinquanta persone, cittadini delle più varie professionalità, rappresentanti del mondo delle imprese e della pubblica amministrazione - hanno preso parte alla due giorni di seminari gratuiti del 20 e 21 giugno sui fondi europei, organizzata a Forlì dal Dipartimento Politiche Europee, d'intesa con l'Istituto Europeo di Pubblica amministrazione (EIPA) e in collaborazione con Unioncamere Emilia.
Notevole il successo riscosso dall'iniziativa, a  Forlì alla sua quarta tappa 2013, che organizza corsi teorici e pratici nelle varie regioni d'Italia per illustrare ai cittadini le politiche comunitarie dei cicli finanziari 2007-2013 / 2014-2020 e dei fondi a gestione diretta erogati dalla Commissione Europea e, quindi, per insegnare loro concretamente modalità e meccanismi per presentare progetti efficaci, in grado di essere finanziati dall'Unione europea. Un intervento informativo importante, visto e considerato che allo stato attuale l'utilizzo dei fondi tematici da parte dell'Italia è ancora molto al di sotto delle disponibilità, e una necessità urgente in un quadro generale che vede il nostro Paese lasciare in Europa, per il quadriennio 2007-2011, 22 miliardi di euro, saldo negativo tra fondi versati e ricevuti. L'iniziativa vuole essere anche un modo per contribuire a ricreare e diffondere, tanto più nel 2013, Anno europeo dei Cittadini, l'immagine di un'Europa non generica entità astratta, ma terra creatrice di opportunità, prosperità e talento, capace di migliorare la vita dei suoi cittadini sul piano dei diritti, dei prodotti, dei servizi. Operazione tanto più necessaria dal momento che appena il 51% degli italiani si sente cittadino europeo e le più recenti indagini Ispo registrano un crollo di fiducia nelle Istituzioni europee (gli italiani sono passati ad avere per il 59% poca o pochissima fiducia nell'Unione Europea. Dal 2010 la fiducia nell'Ue è scesa di 17 punti percentuali e negli ultimi 7 anni è scesa dal 64 al 38%).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.