21 giugno 2013 - Forlì, Cronaca, Politica, Sanità, Società

Defibrillatori nei luoghi pubblici, Rifondazione li vorrebbe obbligatori

"questi drammi non si ripetano più"

FORLI' - "La notizia della morte di Raffaele Polidori ha sconvolto tutta la città lasciandoci completamente distrutti - spiega Bruno Renna, esponente di Rifondazione Comunista -  Continuano queste morti di giovani che, per motivi di varia natura, si accasciano nel pieno della loro gioventù mentre inseguono la propria passione. Questo non deve più accadere".
Rifondazione Comunista-Giovani Comunisti di Forlì, ritiene che su questo argomento sia necessario intervenire ed adottare un protocollo ormai utilizzato anche in molte città del mondo, ovvero quello di obbligare locali e luoghi generalmente più affollati di dotarsi di un defibrillatore. Un defibrillatore ha un costo di circa mille euro, quelli di ultima generazione determinano, se necessaria, la scarica e dosano il livello di energia in modo automatico, senza l’ausilio di una persona specializzata. E nella maggior parte dei casi di arresto cardiaco, se l’intervento avviene in modo molto rapido, è l’unico e fondamentale sistema per salvare una vita.

"Chiediamo quindi che il Comune si adoperi per rendere obbligatoria questa tecnologia su tutto il nostro territorio affinchè questi drammi non si ripetano più", conclude perentoreo Renna

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.