17 giugno 2013 - Forlì, Cronaca, Cultura, Eventi, Società

Ecco la "cinquina" del Premio Marietta

Due giornalisti, un artigiano, una casalinga, un’impiegata in rappresentanza dell’intera Penisola

FORLIMPOPOLI - Due giornalisti, un artigiano, una casalinga, un’impiegata, in rappresentanza dell’intera Penisola a conferma di un evento sempre più nazionale: dalla Sicilia (Enna) alla Sardegna (Sassari), passando per la Puglia (Taranto), la Capitale d’Italia e la Lombardia (Lecco). Sono i cinque finalistidel Premio Marietta 2013, il concorso nazionale per cuochi dilettantidedicato alla fedele governante dell’Artusi, Marietta Sabatini.

Domenica 23 giugnoa partire dalle 9,30 saranno ai fornelli della scuola di Cucina di Casa Artusi a Forlimpopoli per realizzare le loro ricette ispirate al celebre manuale artusiano, “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”. A vagliare e degustare le loro pietanze sarà una giuria presieduta da Verdiana Gordini, presidente dell’Associazione delle Mariette.

Elemento in comune che unisce i cinque finalisti è l’essere cuochi dilettanti e una passione per la cucina cresciuta nei modi più svariati e diversi. Come nel caso di Rolando Repossidi Casatenovo (Lecco), che alla penna della professione giornalistica ha affiancato i fornelli, presentando i ‘Ravioli di nonna Costantina’. Stessa professione, ma ricetta e ingredienti diversi, per Ada Parisidi Roma con i ‘Busiati con pesto di sarde, agrumi, pistacchi e pinoli’, mentre legato alle tradizioni della Sardegna è il piatto dell’artigiano Pasquale Tandadi Thiesi (Sassari) in finale con ‘Succuasciuttu alla thiesina’. L’impiegata Daniela Corsodi Enna ha presentato ‘Farfalle colorate su prato di crema di fave di Leonforte e fiori di piacentinu ennese dop’, la casalinga MariaCristina Daraiodi Massafra (Taranto) realizzerà ‘Maltagliati d’gren iars al pesce azzurro ai sapori mediterranei su crema di cicerchie’.

In palio ci sono mille euro e soprattutto il prestigio di essere considerati “eredi” di Marietta Sabatini, colei che ha condiviso centinaia e centinaia di ricette insieme al padre della cucina italiana, Pellegrino Artusi. La premiazioneavverrà sempre nella giornata di domenica 23 giugno alle 20,45 a Casa Artusi nel corso della Festa Artusiana.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.