12 giugno 2013 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Allagamenti a Dovadola, Zelli replica a Bartolini e Dall'Amore (PdL)

"Lasciare perdere le chiacchere e a operare fattivamente per risolvere i problemi di Dovadola"

DOVADOLA – “Leggo con sorpresa che avrei snobbato la richiesta di informazioni avanzate dall'Amministrazione Provinciale di Forlì - Cesena che servivano per rispondere a un'interrogazione presentata dai consiglieri Bartolini e Dall'Amore sulla situazione degli impianti fognari di Dovadola. È assolutamente falso”. Con una nota appena giunta in redazione il Sindaco di Dovadola, Gabriele Zelli, risponde alle dichiarazioni registrate nel corso dell’ultimo consiglio provinciale. Nella seduta, Luca Bartolini e Vittorio Dall’Amore (PdL) avevano accusato il primo cittadino di non essersi occupato dell’annosa questione allagamenti ed anzi, avevano avanzato l’ipotesi di un completo disinteresse sulla questione, tanto da non aver offerto alla Provincia alcuna notizia al riguardo.

“La verità è che non ci è stato dato il tempo per rispondere – spiega dal canto suo Zelli - Considerato che la lettera della Provincia è stata protocollata in arrivo in data 30 maggio 2013 ci si poteva limitare a rispondere che in effetti in alcune situazioni eccezionali si sono determinati problemi connessi a un impianto di fognature datato e non più rispondente alle necessità del paese, indicando di acquisire ulteriori dati presso gli uffici dell'ex Ambito Territoriale Ottimale (ATO ora ATERSIR); uffici che si trovano nello stesso palazzo di Piazza Morgagni dove quotidianamente operano i consiglieri che hanno presentato l'interrogazione, l'assessore delegato a rispondere e gli uffici dello stesso. A solo titolo di cronaca ricordo che ATO ha avuto fino a pochi mesi fa come presidente Massimo Bulbi”.
Zelli spiega come gli uffici tecnici e l’amministrazione tutta si sia attivata per ricostruire in pochi giorni tutta una serie di episodi avvenuti nel corso degli ultimi 10 anni, ricorrendo proprio agli uffici dell'ex ATO, “mettendo altresì in evidenza che l'attuale amministrazione di Dovadola, subito dopo il suo insediamento avvenuto poco più di un anno fa, ha promosso incontri con amministratori e tecnici di Hera per verificare lo stato dei progetti e dei programmi di intervento”, controbatte il primo cittadino.

 Già nel 2009 il risanamento degli scarichi fognari delle vie Dante, del Canale e Guerra era stato inserito nel piano operativo di gestione di ATO per un importo di 400 mila euro, purtroppo non finanziato. Lo stesso progetto è stato nuovamente inserito per le annualità 2011-2012 con l'aggiunta di altre strade della località Casone, anche questo non realizzato.
Data la situazione il 24 aprile scorso è stato chiesto a ATERSIR di inserire nei prossimi programmi di intervento come priorità l'adeguamento della rete fognaria a valle del centro abitato di Dovadola.
”Siccome c'è la necessità di adottare provvedimenti urgenti si invitano gli enti preposti a lasciare perdere le chiacchere e a operare fattivamente per risolvere i problemi di Dovadola e quelli degli altri numerosi paesi del territorio forlivese che registrano problematiche analoghe”, conclude Zelli

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.