Giovani di Confindustria a scuola di impresa

Visita formativa agli stabilimenti forlivesi di Dorelan

FORLI' - Trasferta formativa per la delegazione di Forlì-Cesena (con partecipanti anche dalle territoriali di Rimini e Ravenna) dei Giovani di Confindustria, che ieri, martedì 28 maggio, è stata ospite di Dorelan, azienda forlivese, nata nel 1968 e da oltre 10 anni leader a livello nazionale nella produzione del sistema letto globale.
Dorelan ha aperto le porte della nuova sede per raccontare la storia di un’impresa familiare di successo e di esempio per le future generazioni.
«Lo sviluppo degli ultimi anni – ha affermato orgoglioso il presidente Pier Paolo Bergamaschi –  è frutto soprattutto dell'impegno e dell'entusiasmo dei “nostri”giovani: i nostri figli – Cristian e William Bergamaschi (rispettivamente responsabile amministrativo e responsabile commerciale area nord-ovest), Riccardo e Luca Tura (responsabile marketing e responsabile acquisti) – che, in autonomia, hanno deciso di portare avanti il sogno che io  e Diano Tura abbiamo iniziato nel 1968».
Cuore, testa e braccia e buon senso hanno portato Dorelan a festeggiare 45 anni di esperienza con 150 dipendenti, una presenza in 25 Paesi al mondo, un fatturato in crescita del 2/3 per cento e una nuova sede di 35.000 metri quadrati inaugurata, dopo soli 11 mesi di lavori, nel 2012. Zero impatto ambientale perché la struttura è costantemente alimentata da energia autoprodotta da pannelli fotovoltaici, metà della quale viene messa in rete sul territorio di Forlì. Estrema attenzione quella rivolta alla salute e all’igiene: dovunque il riscaldamento è a pavimento per ridurre la circolazione delle polveri.
La sede di via Due Ponti 9 – circondata da 30.000 metri quadrati di verde – racchiude l’intera filiera produttiva: Dorelan, infatti non assembla nulla, ma crea ogni pezzo del proprio prodotto finale. Al suo interno, dai laboratori scientifici che hanno dato vita al brevetto del Myform, fino ai reparti dedicati alle confezioni, affidate, ancora oggi, alle insostituibili mani dalle artigiane locali. Le donne costituiscono il 65 per cento dei dipendenti: per questo l’azienda ha messo a disposizione anche un orario lavorativo agevolato con ingresso alle ore 7.00 e uscita alle ore 15.00.
La nuova sede è stata un investimento prezioso anche per il territorio: forlivese l’architetto donna che lo ha concepito e creato con passione, Stefania Marini, Studio Leoni, e forlivese anche il Gruppo Querzoli che si è occupato di manufatti e prefabbricati.
La visita ha approfondito i temi della continuità d'impresa, la leadership, l'approccio umanistico al cambiamento in azienda, il controllo di gestione, il marketing, la comunicazione, l'innovazione e l'internazionalizzazione.
Dopo l’introduzione ai lavori del Presidente del Gruppo Giovani, Danilo Casadei, la parola è passata al presidente e socio fondatore Pietro Paolo Bergamaschi, che ha raccontato la storia dell’azienda, spiegando soprattutto i grandi e continui investimenti in innovazione e ricerca.
Una importante conferma dell'attenzione che l’azienda riserva al proprio territorio e soprattutto alla formazione giovanile. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.