Anche a Forlì arrivano i pony express in bicicletta

Tanto fiato, una buona bici e un'idea "sostenibile" per battere la crisi

FORLI' - In questi giorni abbiamo avuto occasione di parlare e di riprendere i temi cari all’innovazione e alla responsabilità che da essa consegue. Abbiamo parlato degli atteggiamenti che ogni cittadino dovrebbe assumere per partecipare ad un progetto di crescita sostenibile, abbiamo raccontato come le associazioni e le imprese si affacciano al futuro, sempre nell’ottica dello sviluppo e delle relazioni “meditate”. Oggi vi parliamo della fatica che costa essere creativi e come si abbatte, o almeno ci si prova, la crisi economica, armati solo di un sorriso, un’idea e di una buona bicicletta.

Si affaccerà ufficialmente a Forlì, in un esordio mai visto prima d’ora in città, un nuovo servizio di trasporto, una sorta di corriere espresso “ecosostenibile”. Denis Frulloni un’idea ce l’aveva e ha così deciso di dare corpo e pedali a questa nuova iniziativa che, in diverse metropoli italiane, ma soprattutto all’estero, è già seguita con successa. Arrivano i pony express su due ruote: niente biciclette a pedalata assistita o elettriche, ma solo tanto fiato e la forza motrice delle proprie gambe. I trasporti che si possono applicare a questa attività sono i più vari e anche il peso o la dimensione dei pacchi da trasportare non sono un limite insormontabile: si va infatti dagli zainetti impermeabili, in grado di contenere fino ad 8 chilogrammi, ai carrelli che si montano alla bicicletta e che possono condurre fino a 40 chili. Tutto con un impatto ambientale pressoché azzerato e in perfetta linea con le politiche urbanistiche intraprese dall’amministrazione comunale forlivese.

Affidarsi ad un servizio di questo tipo dimostra già di partenza di avere una grande responsabilità e sensibilità rispetto alle tematiche ambientali e del traffico. La razionalizzazione poi del traffico commerciale è garantita come ci spiega lo stesso imprenditore e ciclista: “Garantiamo il trasporto in giornata, limitando il traffico e la circolazione di mezzi sulle strade, garantendo comunque un servizio veloce ed efficace. Utilizziamo biciclette tradizionali, pratiche, zaino impermeabile e carrelli, in grado di trasportare fino a 40 chilogrammi”. Serve una grande forza di volontà ed una passione di un certo livello per fare questo mestiere, caratteristiche che Denis dimostra di avere: non è da tutti, infatti, percorrere quotidianamente dai 50 ai 100 chilometri al giorno.

“Al momento lavoriamo con clienti della città – continua l’imprenditore -  in futuro l’obiettivo è quello di contattare i corrieri per la consegna dei colli di piccole dimensioni per integrare il servizio insieme a loro e magari inserirsi in quelle situazioni dove c’è un traffico di merci da gestire in modo più razionale”. Al momento “Ubm, corrieri in bici” conta già su diverse commissioni: “in particolare stiamo operando con gli studi odontotecnici, nei quali c’è parecchio smistamento di prodotti di piccole dimensioni, ma consegniamo anche i pasti; le potenzialità sono più che ampie. Siamo in una fase di avvio e al 1° giugno avvieremo ufficialmente l’attività.

E’ proprio vero, magari con i suoi tempi, ma la bici arriva sempre dappertutto senza troppi limiti.

“Le piste ciclabili a Forlì ci sono e grosse difficoltà non abbiamo ancora incontrate – spiega ancora Denis - tuttavia le ciclabili sono pericolose: possono capitare situazioni abbastanza particolari sia per colpa di automobilisti che degli stessi ciclisti, bisogna stare attenti”. Per chi di pedalare e stare su una sella non ne ha mai abbastanza, come Denis, sabato notte c’è l’attesissimo “Concerto Têtes de Bois - Palco a pedali – Goodbike”,  al riguardo del quale lo stesso pony express ecosostenibile annuncia: “io ci sarò di sicuro”; allora tutti in piedi sui pedali.

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.