7 maggio 2013 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Campanone muto a Castrocaro, il web si mobilita

La Lega chiede l'intervento del Comune e su internet si apre una raccolta firme

CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE - La campana spacca i timpani e con loro si spacca anche la città, che si divide tra favorevoli e contrari alla riduzione dei rumori provenienti da uno dei simboli della città di Castrocaro.

Il campanone è stato denunciato per i rintocchi serali e Francesco Billi, esponente della Lega Nord, presenta un’interrogazione urgente per tutelare quello che lo stesso consigliere definisce simbolo del paese.

“Il campanone di Castrocaro, simbolo indiscusso della storia cittadina da oltre 500 anni, non scandisce più le ore serali, lo storico monumento, a quanto riportato da Francesco Billi, è stato sostanzialmente denunciato da un residente e parrebbe che le indagini dell’Arpa, competente in materia di acustica, abbiano confermato l’illegalità dei rintocchi. “Siamo preoccupati – spiega Billi – perché il silenzio del Campanone mette a rischio una storia secolare in cui si riconosce la nostra comunità. Non conosco chi ha sporto denuncia e non mi interessa. Credo però che, preso atto della normativa vigente, il Comune possa studiare insieme all’Agenzia regionale Arpa, un trattamento speciale in deroga per il Campanone, non solo per far fronte alle recenti vicende ma anche per evitare che in futuro qualsiasi individuo allergico alla storia paesana possa mettere l’ente pubblico in un angolo e imporgli di rinunciare ulteriormente alla propria identità”. Sulla scia delle parole dell’esponente del carroccio, anche tanti altri cittadini castrocaresi che non solo supportano Billi ma esprimono il proprio dissenso sulla situazione. Su facebook i commenti e le prese di posizioni crescono di ora in ora; c’è chi porta esempi di altri comuni italiani, come quello di Tesero, dove a mezzogiorno non sono le campane a suonare ma una sirena che ricorda quella dei bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. In un paesino dove il turismo è presente in ogni stagione dell’anno e fortemente legato alle proprie tradizioni, pare che nessuno si sia mai lamentato. I messaggi proseguono, da “viva il campanone” a “il campanone è da sempre simbolo vero di Castrocaro”.

Nel frattempo è stata aperta anche una sottoscrizione sul web dedicata alla vicenda e si raccolgono adesioni affinché “il campanone torni a scandire le ore con le sue campane storiche”. La raccolta firme è stata aperta da Claudio Torrenzieri e sarà inviata direttamente al primo cittadino di Castrocaro, Luigi Pieraccini. “Il campanone di Castrocaro deve tornare a suonare i rintocchi delle ore così da scandire la vita quotidiana del paese”, si legge come incipit alla raccolta firme che sono ora a quota 21. L’obiettivo è di raggiungerne il prima possibile 100. Il perché sia importante aderire a questa iniziativa è spiegata sempre da Torrenzieri che scrive: “Il Campanone di Castrocaro da secoli ha scandito con i suoi rintocchi la vita della comunità di questo paese dell'appennino forlivese.
Il suono del Campanone ha accompagnato eventi festosi, religiosi, di rivolta, ma anche di lutto. Nel 1497 un fulmine fece saltare in aria la torre ma venne ricostruita dalla comunità. Da allora, in occasione dei temporali ha suonato alla stessa per scongiurarne i fulmini e ancora oggi viene suonata manualmente per la festa della Madonna dei Fiori”.

Come ci ricorda inoltre un altro cittadino castrocarese, il campanone di Castrocaro non suona solamente per la Madonna dei Fiori ma anche il sabato all'apertura della Festa, la domenica mattina e al pomeriggio, durante la processione e il lunedì sera, per la funzione di chiusura. Oltre a questi appuntamenti il campanone scandisce anche altri importanti avvenimenti come il giorno di Pasqua, il 1° Maggio, il 24 giugno Festa di S. Giovanni Battista e  la domenica più vicina al 4 novembre, quando si ricordano i caduti della I Guerra Mondiale.

Di certo un motivo in più per non "mettere il bavaglio" alla tradizione e alla storia di Castrocaro

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.