23 aprile 2013 - Forlì, Cronaca, Società

Onore a "Battaglia"

Intitolata alla Cgil una sezione dell'Anpi dedicata ad Alberto Alberti

FORLI' - Costruita nella sede centrale della Cgil di Forlì una sezione nazionale dell’Anpi, associazione nazionale partigiani d’Italia. La costituzione della sezione è stata chiesta e voluta per raccogliere le adesioni tra coloro che operano nel sistema CGIL del territorio, delle categorie, degli Enti e degli Istituti collegati alla Camera del Lavoro. Il progetto, partito il 29 novembre scorso, ha trovato compimento ieri, con l’inaugurazione alla presenza delle autorità cittadine. Al taglio del nastro hanno preso parte il Sindaco di Forlì, Roberto Balzani, il Presidente dell’ANPI  provinciale di Forlì – Cesena,  Carlo Sarpieri e Paride Amanti, segretario generale della Camera del Lavoro Territoriale di Forlì.

Lo spazio dell’ANPI è stato intitolato ad Alberto Alberti, detto “Battaglia”.

Alberto Alberti nacque a Cesena il 5 luglio del 1908 in una famiglia di braccianti. Per sfuggire dalla miseria si trasferì nel 1924, con la famiglia a Torino, dove sedicenne iniziò a lavorare presso la SNIA VISCOSA. Nel 1925 entrò a far parte di un gruppo di resistenza antifascista. Nel 1927 il partito lo fece nascondere in Francia. Nel gennaio del 1931, tornato in Italia fu arrestato per via della sua attività clandestina, restò in carcere per diversi anni. Uscito a seguito dell’amnistia fu nuovamente fatto espatriare prima in Francia poi in Unione Sovietica dove continuò a svolgere la sua attività antifascista. Nel 1931 rientrò in Italia, dove fu immediatamente arrestato. Liberato nel settembre del 1943 tornò a Cesena dove cominciò ad organizzare la resistenza rifornendo di mezzi e uomini la base di Pieve di Rivoschio. Nel 1944 ricostruì l’8.a Brigato Garibaldi distrutta dal rastrellamento nazifascista. Nel novembre 1944 il Comitato di Liberazione nazionale lo incaricò assieme a Luciano Lama ed altri di ricostruire la CGIL. Fu attivo nelle categorie dell’industria della CGIL e poi responsabile dell’Organizzazione fino alla fine degli anni ’70.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.