11 aprile 2013 - Forlì, Agenda, Cultura, Arte

La stagione musicale di Forlì suona con la Maderna

Mario Brunello dirigerà l'orchestra in un repertorio vasto e d'effetto

FORLI' - Martedì 16 Aprile 2013 ore 21,00 sul palco del  Teatro Fabbri  salirà l’orchestra Bruno maderna, diretta da Mario Brunello, per dare vita ad un concerto memorabile. Da Verdi,

con ilQuartetto per Archi in mi minore (versione per orchestra d’archi) a E. Bosso, con la  Sea Song n. 1 ‘The Sea Prayer’ per violoncello ed archi, passando per J. Brahms e S. Nanni, con le  Danze Ungheresi fino a A. Piazzolla, Adios Nonino.

Un grande del violoncello, Mario Brunello, dirigerà la Maderna interpretando alcune delle pagine più belle della letteratura musicale. Dalla trasposizione orchestrale del Quartetto di Verdi (tributo del grande operista alla tradizione strumentale tedesca ottocentesca), passando per la composizione solistica ex novo di Ezio Bosso per violoncello ed orchestra, che si muove sulla linea di frontiera fra musica colta e d’uso, si approda alle più popolari Danze Ungheresi di Brahmse a Adiós Nonino probabilmente, con Libertango, la più celebre composizione di Astor Piazzolla. Venne composto nel 1959, quando Astor Piazzolla, che era in tourneé nel centro America, ricevette la notizia della morte improvvisa del padre, don Vicente Piazzolla, familiarmente chiamato Nonino.

  Primo artista italiano a vincere il Concorso Čaikovskij di Mosca , Brunello è ospite delle più prestigiose orchestre e collabora con i maggiori direttori. Un esempio per tutti: Claudio Abbado, l’ha invitato varie volte a suonare con l’Orchestra del Festival di Lucerna e con l'Orchestra Mozart, sia come solista che come direttore. Mario Brunello si presenta spesso in questa doppia veste.Nella musica da camera collabora con artisti quali Gidon Kremer, Frank Peter Zimmermann, Yuri Bashmet, Maurizio Pollini, Andrea Lucchesini e i Quartetti Borodin e Alban Berg. Ampio spazio è da lui riservato ai progetti che coinvolgono forme d'arte diverse, con spettacoli interattivi costruiti insieme a Margherita Hack, Uri Caine, Paolo Fresu, Marco Paolini,Gianmaria Testa, Moni Ovadia e Vinicio Capossela.

 Mario Brunello, che ha studiato con Adriano Vendramelli e Antonio Janigro, è Accademico di Santa Cecilia. Suona un prezioso violoncello Maggini del Seicento, appartenuto a Franco Rossi.

 

Biglietti da € 1,00 a 15,00

Info: www.amicidellarte.info

info@amicidellarte.info

0543-62821

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.