Fiera di Forlì e Camera di Commercio unite per Fieravicola

Obiettivo offreire nuovi strumenti ed opportunità di internazionalizzazione

FORLI’ - E’ tutto ormai pronto per la 48esima edizione di FierAvicola, ilSalone Internazionale dell’avicoltura e cunicoltura in programma dal 10 al 12 aprile prossimi: un’edizione che si caratterizza da subito per la forte vocazione internazionale, sia in termini di presenze da oltreconfine, sia di attenzione nei confronti delle tematiche legate all’internazionalizzazione delle imprese nostrane.

Questo grazie in particolare alla stretta sinergia tra Fiera di Forlì e Camera di Commercio di Forlì-Cesena, il cui ruolo primario nell’affiancamento delle imprese che decidono di affrontare le sfide che il posizionamento sui mercati internazionali comporta, si coniuga perfettamente con la vocazione di FierAvicola, che ha da sempre puntato la propria attenzione su innovazione ed internazionalizzazione.

 

Per questa manifestazione, la collaborazione tra Fiera di Forlì e Camera di Commercio di Forlì-Cesena si è già sviluppata in occasione di “FierAvicola on Tour”, un percorso in diversi Paesi emergenti per il comparto avicolo in cui è stata presentata l’edizione 2013 del salone tematico forlivese: dalla Cina all’Algeria, dall’Ucraina all’India, molte sono state le tappe percorse per promuovere la manifestazione ed allargarne il bacino di riferimento, aumentando la quantità di buyers stranieri per attività e favorendo così il contatto diretto con gli operatori del settore.

“Anche per questa 48esima edizione di FierAvicola – ha dichiarato Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – come già avvenuto negli anni precedenti, la Camera ha collaborato con la Fiera; ha infatti investito risorse per l’internazionalizzazione della manifestazione, contribuendo ad ampliare i rapporti e ad approfondire le relazioni tra operatori e imprese provenienti da tutto il mondo, in un’economia sempre più globalizzata. Gli incontri e gli accordi sono finalizzati a far crescere il patrimonio locale in termini di “filiera avicola”, coinvolgendo tutti gli aspetti legati a questa che è senza dubbio una delle nostre eccellenze, da promuovere e sostenere, anche, e proprio, in questi difficili momenti di crisi economica, consapevoli sia della rilevanza di questi settori sul nostro territorio, sia dell’importanza strategica della funzione dell’internazionalizzazione, una delle leve per lo sviluppo futuro”.

Anche grazie a questa attività, svolta insieme ad ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e Regione Emilia-Romagna, oggi FierAvicola può vantare, su circa 200 espositori, un 20% di presenze dall’estero. Sono inoltre quasi un migliaio gli operatori esteri in arrivo, tra delegazioni e visitatori spontanei, provenienti da differenti Paesi: Russia, Egitto, Romania, ma anche Israele, Ghana e Turchia, solo per citarne alcuni. Tra loro, anche vari rappresentanti di Ambasciate estere in Italia, come quelli di Nigeria, Burkina Faso o Gabon, realtà che rappresentano mercati di grande interesse per il comparto avicolo.

 

A questo proposito un momento di grande importanza per lo sviluppo del mercato avicolo è in programma mercoledì 10 aprile alle ore 12, quando Eric Tonye Aworabhi, Ambasciatore della Nigeria a Roma, firmerà in Fiera un Protocollo d’intesa con Provincia di Forlì-Cesena, Camera di Commercio Forlì-Cesena, Fiera di Forlì ed anche Fiera di Cesena per promuovere lo sviluppo e la cooperazione economica fra i due stati in ambito avicolo (zootecnico) ed ortofrutticolo. Per fare questo le organizzazioni in causa si impegnano ad incoraggiare e favorire lo scambio di prodotti, servizi, comunicazioni e know-how tecnico attraverso la collaborazione tra le manifestazioni fieristiche locali, l’individuazione di progetti specifici congiunti e le sinergie tra le imprese.

Nella stessa giornata di mercoledì 10 aprile, alle ore 10 Fiera di Forlì e Camera di Commercio di Forlì-Cesena organizzano un seminar sui nuovi strumenti per l’internazionalizzazione a disposizione delle imprese locali. Nel corso dell’approfondimento verranno presentate alcune possibilità offerte da strutture come Enterprise Europe Network (EEN), la rete ufficiale della Commissione Europea a sostegno delle imprese e dell’innovazione che opera nel nostro territorio tramite il Consorzio SIMPLER, il quale offre supporto ed assistenza su opportunità di mercato, legislazioni e ricerca di partner internazionali tramite l’organizzazione di seminari tecnici, incontri d’affari e missioni imprenditoriali. Si parlerà anche delle novità legislative introdotte dal Decreto legge “Sviluppo bis” (2012), in particolare della normativa sui Contratti di rete del ruolo e dell’impegno del gruppo SACE in favore delle Pmi, con servizi che vanno dal credito all’esportazione alla protezione degli investimenti all’estero.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.