20 marzo 2013 - Forlì, Cronaca, Società

Manifestazione per allentare il "patto di stabilità"

Anche Forlì scende in piazza a Roma

FORLI' - Anche il Comune di Forlì sarà presente alla manifestazione nazionale "Italia fondata sul lavoro: pagare le imprese per sbloccare il Paese". L'iniziativa è organizzata a Roma dall’ANCI per richiamare l'attenzione sull’emergenza sociale e occupazionale dell'Italia e, in particolare, per chiedere al Governo di sbloccare immediatamente i pagamenti alle imprese da parte dei Comuni, pagamenti che come è noto sono sospesi a causa dei vincoli derivanti dal Patto di stabilità. A rappresentare l’Amministrazione comunale di Forlì parteciperà con la fascia tricolore il Vicesindaco Giancarlo Biserna. La grande manifestazione dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani presieduta da Graziano Delrio si svolgerà nella capitale giovedì 21 marzo, alle ore 11.30, al Teatro Capranica e chiederà con forza al Governo Monti l’adozione di un atto che consenta di sbloccare la situazione, per un importo complessivo stimato in circa 9 miliardi di euro, e permetta ai Comuni italiani di effettuare i pagamenti determinando effetti molto rilevanti a favore della società, dell’occupazione e dell’economia.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.