Ridolfi, i lavoratori in presidio

FORLI’ - Le Organizzazioni Sindacali CGIL CISL UIL  di Forlì unitamente alle categorie e ai delegati del sito aeroportuale di Forlì, hanno incontrato nella giornata di oggi il liquidatore di Seaf alla presenza dell’Assessore Provinciale al Lavoro Denis Merloni presso gli uffici della Provincia di Forlì e Cesena in contemporanea al presidio dei lavoratori interessati avvenuto sotto gli uffici dell’istituzione.

Le ipotesi relative alla concretizzazione di un interesse da parte di soggetti imprenditoriali in grado di dare un futuro al Ridolfi  legate alla scadenza del bando al 25 marzo 2013 sono ancora nebulose , per questo le parti hanno oggi esaminato ogni scenario e le ricadute per i dipendenti del sito.

Se la regione Emilia Romagna e la conferenza stato Regioni hanno rispedito al mittente il piano Passera che cancellava dai siti strategici gli aeroporti di Forlì e Parma,ancora lontani sono gli scenari che permettono ai lavoratori di abbassare la guardia sul destino loro e delle rispettive famiglie.

Per questo è risultato fondamentale attivare il percorso degli ammortizzatori sociali, che seppur differenziato a seconda della tipologia d’azienda a cui si fa riferimento, garantisce ai lavoratori paracaduti ai quali le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto di aggiungere, nell’ottica delle politiche attive del lavoro, soluzioni tese a salvaguardare l’occupazione.

Anche di questo si discuterà nei prossimi incontri di cui uno si svolgerà il giorno 14 marzo 2013 in Provincia e un’altro coordinato dalla regione per il giorno 15 marzo 2013.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.