13 febbraio 2013 - Forlì, Politica, Sport

Molea (Scelta Civica), si riparte dalle basi dello sport

Incontro questa sera con l'associazionismo sportivo

FORLI' - Sono 11 milioni i tesserati che oggi conta il CONI, dei quali 7 milioni provenienti da Enti di promozione sportiva. Appare tuttavia evidente come la promozione di attività sportiva abbia bisogno di un forte rilancio, con politiche mirate che partano dalla base ed è su questi pilastri che si fonda l’agenda di lavoro di Bruno Molea (Scelta Civica). Stasera il presidente nazionale di AICS presenterà nel giusto contesto il proprio programma elettorale nel corso di un incontro che si terrà al centro Engel. Proprio in ambito sportivo, i punti cardine del programma Molea sono la promozione dell’attività sportiva nelle scuole ed i relativi benefici sulla salute, lo sport come diritto per tutti e quindi la necessità di provvedere ad un’impiantistica che in molte parti d’Italia è rimasta ferma a trent’anni fa.

 “Qualsiasi buon programma che affronti le problematiche dello sport – afferma Molea – non può comunque prescindere dall’attenzione e dalla volontà delle istituzioni, con particolare riferimento a quelle territoriali, che sappiano mettere in atto azioni e strumenti funzionali a supportare il programma e soprattutto le singole realtà sportive del territorio. Mai come in questo momento, credo che queste si siano sentite abbandonate a loro stesse”.

Molea pensa già all’aumento del numero di ore scolastiche da destinare all’attività sportiva ma anche alla formazione di operatori nel campo scolastico come in quello del volontariato. Tema delicato ma con un’importanza non da sottovalutare, quello dello sport aperto e libero a tutti, speCie alle persone diversamente abili. Il programma del candidato della Lista Monti recita: “promuovere la piena attuazione del principio di sussidiarietà nella progettazione, erogazione e valutazione dei servizi alla persona, creando una proposta di “architettura dei servizi” alla persona che sia fondata su criteri di efficacia e di efficienza gestionale nell’attuazione del principio di sussidiarietà che sia strumento di dia-logicità, ovvero che alimenti e preservi l’interazione fra cittadino e il servizio di riferimento”. 

Come già annunciato in occasione della presentazione dei candidati, Molea punta anche sull’istituzione di un vero e proprio Ministero dello Sport, scelta che non è passata inosservata e che anzi è criticata dagli oppositori in questa campagna elettorale; gli antagonisti politici sostengono che la creazione di un Ministero ad hoc andrebbe contro i principi di riduzione della spesa pubblica cui le istituzioni a tutti i livelli stanno invece affrontando.

Ministero ma anche meno burocrazia per la gestione degli impianti sportivi e per la loro manutenzione, con agevolazioni fiscali per chi investe nel settore

L’incontro di stasera radunerà sicuramente tutti i vertici dello sport forlivese, specie in

un momento come questo in cui le società attraversano tempi piuttosto cupi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.