9 febbraio 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

Alpi di Modigliana, la via d'uscita è il contratto di solidarietà

Soddisfazione da parte dei sindacati e dalla direzione aziendale

MODIGLIANA - Il 24 gennaio scorso, Alpi S.p.a. rappresentata dal Direttore del Personale Michele Ruo, assistita dal Dott. Enzo Poggi in rappresentanza di Confindustria Forlì – Cesena hanno incontrato  FILLEA CGIL di Forlì rappresentata dal Domenico Parigi, FILCA CISL di Forlì – Cesena rappresentata dal Carlo Bassini e  FENEAL UIL di Forlì rappresentata dal Angelo Rossi e la R.S.U. Aziendale.

Alla base dell’incontro la discussione sulla situazione congiunturale dell’Azienda, che riveste un posto di prim’ordine in tutto il mondo nella produzione di impiallacciatura, colpita come tutto il settore del mobile e non solo, da crisi mondiale dei mercati.

Le difficoltà espresse dalla Proprietà, non sono legate a perdita di competitività aziendale, bensì a fenomeni esogeni legati alla situazione mondiale.

Nel mercato sono comparsi concorrenti di Paesi emergenti la cui politica dei prezzi, particolarmente aggressiva, ha determinato una contrazione di quote di mercato e una forte compressione della marginalità.

Obiettivo comune è quello del mantenimento dell’occupazione e di attraversare assieme l’attuale situazione contingente.

Quindi si è convenuto fra le parti, dopo aver utilizzato la CIG Straordinaria per tutto il 2012, di individuare nel contratto di solidarietà, lo strumento idoneo che consente di affrontare in maniera solidaristica ed equa (lavorare meno per lavorare tutti), la contrazione produttiva e lavorativa di Azienda e dipendenti.

Le Organizzazioni Sindacali e la R.S.U., ritengono che la via intrapresa sia quella che permette di ridurre l’impatto sociale sui lavoratori, a fronte della percentuale di integrazione INPS pari a 80% della retribuzione reale per le ore non lavorate, oltre alla maturazione integrali dei ratei di ferie e permessi.

“Questo risultato è stato possibile grazie ad un rapporto democratico con le lavoratrici ed i lavoratori che hanno, nel corso dell’ultima assemblea, dato mandato alle Organizzazioni Sindacali e alla R.S.U., a sostenere il contratto di solidarietà nei confronti della Direzione Aziendale per affrontare la situazione di contrazione produttiva, presente in ALPI”, commentano i sindacati.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.