4 febbraio 2013 - Forlì, Cultura, Eventi, Società

Apre il bando per la quinta edizione del “Premio Rotary per la solidarietà”

 

FORLÌ. Promuovere la cultura della solidarietà: è questo uno degli obiettivi del Premio Rotary per la Solidarietà, istituito nel 2005 dal Club di Forlì per celebrare in modo significativo la ricorrenza del centenario di fondazione del Rotary International, avvenuta il 23 febbraio 1905.

Questo riconoscimento, a cadenza biennale, prende spunto dai più alti valori etici e civici che guidano il Rotary e la sua azione sul territorio, per segnalare alla pubblica opinione progetti che contengono azioni di stimolo alla convivenza civile e di sviluppo della coscienza civile.

Il Premio, del valore di 8.000 euro, è rivolto ad associazioni e organizzazioni non profit che operano nel privato sociale, presenti nell’ambito territoriale del Rotary Club Forlì.

Per la sua assegnazione è stato predisposto un apposito bando, con relativo regolamento, pubblicato sul sito del Club (www.rotaryforli.com).

Quella che prende ora l’avvio è la quinta edizione. Le domande con la descrizione dettagliata del progetto/intervento con il quale si chiede di concorrere - in cui devono essere evidenziati obiettivi, strategie, strumenti dell’azione proposta, comprensiva del piano finanziario dettagliato - dovranno essere inviate entro il 30 aprile 2013 alla Segreteria Organizzativa, e indirizzate in special modo a Marisa Rossi, via A. Dragoni 43-45, 47122 Forlì, tel 0543 732111.

La designazione ufficiale del vincitore è prevista entro dicembre 2013, quando verrà consegnato l’ammontare del 50 per cento dell’importo designato. Il saldo verrà erogato entro il giugno 2014, in seguito ad un monitoraggio della Commissione esaminatrice.

La prima edizione (2005) ha visto la partecipazione di 17 progetti, tra i quali la Commissione Esaminatrice, presieduta dal prof. Stefano Zamagni, ha scelto quello della Associazione Forlì Terzo Mondo-LVIA: un ciclo di incontri con 20 classi dei Licei Scientifici di Forlì e Cesena sul tema dell’acqua e sulla costruzione di un pozzo a Matar, in Guinea Bissau.

Nella seconda edizione (2007) sono stati presentati 7 progetti, tra i quali è stato scelto “Cerco Casa”, inviato da DOMUS COOP, inerente l’affido familiare di minori, in una forma sperimentale “accompagnata”, cioè più protettiva. La cerimonia di premiazione si è svolta il 20 novembre 2007, con relazione di un giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Bologna.

Alla terza edizione (2009) hanno partecipato 10 progetti, tra i quali è stato premiato quello presentato dalla Coop. Sociale Spazi Mediani dal titolo: “ABITIAMOCI“, un progetto di co-housing sociale, consistente nell’attivazione e gestione diretta di sei appartamenti a canoni concordati, locati temporaneamente a persone in disagio abitativo. La premiazione è avvenuta il 19 gennaio 2010.

La quarta edizione, nel 2011, partecipata da 12 associazioni, è stata vinta dal progetto “Nessuno escluso” dell’Associazione Culturale “Baobab delle Donne”, dedicato ai bambini di 5 anni esclusi dai nidi ed alle loro madri, e consistente nella creazione di attività per un anno ponte fra infanzia e scuola primaria. La premiazione è stata il 29 novembre 2011.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.