18 gennaio 2013 - Forlì, Cronaca, Società

Confagricoltura, preoccupazione per l’inasprimento fiscale

Si alza il livello di allarme, a rischio la sopravvivenza di molte aziende

FORLI’ - Almeno quattrocento imprenditori agricoli della Romagna, hanno preso parte ieri pomeriggio al convegno promosso dalle associazioni provinciali di Confagricoltura di  di Forlì-Cesena-Rimini, Ravenna, e Ferrara  presso la sala Europa del Centro Congressi di  Cesena Fiere, dedicato alle novità fiscali 2013 per il settore agricolo.

Forti sono le preoccupazioni di Confagricoltura e dei suoi associati per il negativo impatto sui bilanci aziendali di IMU e accatastamento dei fabbricati rurali, i cui importi rischiano di mettere a repentaglio la vita delle imprese agricole.

Al convegno sono intervenuti il rag Gian Paolo Tosoni (esperto fiscalista e pubblicista del Sole 24 Ore) il dott. Nicola Caputo (responsabile tributario di Confagricoltura) e la d.ssa Filomena Maio (Ufficio tributario di Confagricoltura).

Numerosi i temi sviluppati: dall’accatastamento dei fabbricati rurali al nuovo redditometro, le novità sull’IMU, la riapertura dei termini per la rivalutazione del valore dei terreni edificabili ed agricoli al 30 giugno 2013, le agevolazioni per ottenere il carburante agevolato, tramite il servizio Uma (saranno diminuite del 10% complessivo in quantità). Infine, le imposte dirette: il reddito dominicale ed agrario è rivalutato del 15% per tutti gli imprenditori; del solo 5% per i terreni agricoli e per quelli non coltivati posseduti e condotti da coltivatori diretti e IAP – Imprenditori Agricoli Professionali.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.