17 gennaio 2013 - Forlì, Cesena, Cronaca, Politica, Società

Parte dall’Emilia-Romagna la raccolta firme “Io riattivo il lavoro”

Alessandrini (PD): “importante segnale di sostegno alle imprese confiscate e ai lavoratori"

FORLI' / CESENA  - Parte dall’Emilia-Romagna la campagna “Io riattivo il lavoro”, la raccolta firme per sostenere le imprese confiscate alla mafia. A comunicarlo, il consigliere regionale PD Tiziano Alessandrini.

La campagna  (http://www.ioriattivoillavoro.it) è promossa da un comitato regionale composto da Cgil, Arci, Legacoop, Acli, Confesercenti Sos Impresa e altre associazioni, e sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna. «Servono 50 mila firme, poi il progetto di legge sarà depositato in Parlamento – spiega Alessandrini -. Si tratta di un testo di 10 articoli che vogliono assicurare tutti gli strumenti necessari a scongiurare il fallimento delle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata. Un traguardo importante, realizzabile con il più ampio coinvolgimento possibile delle istituzioni, delle organizzazioni sindacali e della società civile».

 

L’obiettivo «è restituire alla collettività i beni e le aziende sottratte alla mafia – continua Alessandrini – tutelando i lavoratori e sostenendo i costi per le ristrutturazioni aziendali e l’emersione della legalità».

 

«La Regione metterà tutto il proprio impegno istituzionale al fianco delle associazioni che hanno promosso questo importante progetto di legge e continuerà con le iniziative rivolte ai giovani e agli imprenditori e quelle di aiuto ai Comuni per il recupero dei beni immobili confiscati – conclude Alessandrini -. Inoltre, affiancherà il comitato promotore che riunisce realtà che vivono in prima persona l’impegno nel contrasto alla diffusione della criminalità organizzata e nella diffusione della cultura della legalità, per dare un’alternativa ai lavoratori e alla comunità».  

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.