16 gennaio 2013 - Forlì, Cronaca, Politica

Raffaella Pirini smentisce: "mai contattata in via ufficiale da Rivoluzione Civile"

Il leader di Destinazione Forlì non esclude però un'ipotesi di collaborazione con Giovanni Favia

FORLI' - Raffaella Pirini smentisce l’ipotesi di schierarsi nella lista “Rivoluzione Civile” di Ingroia e lo fa con una lunga nota nella quale la leader di Destinazione Forlì fa chiarezza sulle voci di cronaca che in questi giorni l’anno vista protagonista di un “cambio di bandiera”.

“Nemmeno il tempo di metabolizzare la nostra sorprendente e mai giustificata espulsione dal Movimento 5 Stelle che veniamo colti da un nuovo tormentone. Sui siti di informazione, nei giornali locali e nazionali c’è chi scrive che mi sarebbe stata offerta una candidatura in Parlamento, con la lista Ingroia”, scrive Raffaella Pirini, che smentisce di essere stata contattata in via ufficiale ma di essere stata  invece corteggiata da “molti suoi simpatizzanti”, che le avrebbero chiesto di candidarsi. Il destino della Pirini è intrecciato in qualche modo a quello di Favia, altro grande escluso da Grillo che alla lista arancione ha già teso la mano.

“Con Giovanni Favia vi sono stati contatti costanti, abbiamo ragionato sulla possibilità di avere in Parlamento persone che difendessero le nostre idee ed i nostri principi senza i diktat di Grillo e di Casaleggio. Ed alla fine lui stesso ha sciolto le riserve, in una scelta importante e non facile".

A chi l’ha accusata in tutto questo tempo di aver lasciato in disparte il mandato di consigliere, Pirini risponde senza mezzi termini: “Da parte mia non è mai venuto meno l’impegno ad onorare il mandato elettorale amministrativo che ho ricevuto nel 2009, per portare fino in fondo alcune essenziali battaglie che, oltretutto, portiamo avanti in solitudine nel territorio, come quella contro gli effetti nocivi degli inceneritori sull’ambiente e sulla salute umana".

Tornando proprio a Giovanni Favia, la capogruppo di Destinazione Forlì strizza l’occhio: “per quanto mi riguarda gode della mia stima e potrà contare sul mio appoggio nella sua nuova esperienza. Anche lui, come noi, ha condotto battaglie solitarie in difesa dei cittadini e contro i poteri forti, in difesa dell’ambiente, contro i privilegi delle caste e i trasformismi dei partiti”.

"Favia – continua Raffaella Pirini - è una persona onesta, sincera e con la quale è possibile il dialogo, e queste doti, che io conosco ed ho messo alla prova da tempo, gli sono state riconosciute dall’ex pm antimafia Ingroia, che a sua volta ed a buon diritto può essere ricordato come il vero erede di Falcone e Borsellino. Se Giovanni Favia avesse voluto una poltrona “facile” per accedere in Parlamento avrebbe accettato le proposte che gli sono state fatte più volte da altri partiti che gli garantivano un seggio sicuro".
"Chiederemo a Favia che si faccia forte dell’indipendenza che gli è stata promessa all’interno della lista Rivoluzione Civile".

Niente ingresso in Rivoluzione Civile ma la figura chiave di Favia potrebbe essere un ottimo gancio, un elemento di rappresentanza per la lista che “sedotta e abbandonata” dal leader del Movimento 5 Stelle necessita di nuovi riferimenti per far valere la propria voce. Questo aspetto si evince chiaramente dalle dichiarazioni di Raffaella Pirini che chiude la sua nota parlando ancora di Giovanni Favia:"E, se saprà sempre collaborare con tutti quelli che vorranno portare avanti i progetti che rispondono ai nostri principi, potrebbe essere l’occasione, con lui alla Camera dei deputati, di dare risalto anche in Parlamento alle battaglie che da anni abbiamo condotto sul territorio in tema di democrazia e civismo, parità di diritti e difesa dell’ambiente e della salute umana, con la lotta alle criminalità, agli oligopoli ed ai privilegi delle caste e delle centrali di potere, non solo quelle occulte"

 

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.