7 gennaio 2013 - Forlì, Cronaca, Politica

Il Santarelli sarà ceduto

Candido (PrC): "disatteso l’impegno, nei confronti delle famiglie e dei dipendenti"

FORLI' - Il complesso architettonico dell’asilo Santarelli è stato messo a bando per essere ceduto; “lo scopo è vago, meglio per servizi educativi, ma con qualsiasi altro scopo purché non sia il pubblico, nello specifico il Comune di Forlì, a doversene occupare”specifica il segretario della federazione forlivese di Rifondazione, Nicola Candido.

Secondo Candido, il Comune avrebbe disatteso l’impegno, nei confronti delle famiglie e dei dipendenti della Scuola materna Santarelli, di delocalizzare il servizio negli spazi dell’ex scuola La Nave, solo per il tempo necessario alla ristrutturazione; “questo è già un fatto grave”, sottolinea il segretario che rincara poi la dose: “Ciò che emerge è che non si tiene conto ormai più di nulla. La struttura dell'Asilo Santarelli è una struttura storica, antica, che ha accolto migliaia e migliaia di bambini e di famiglie, offrendo un servizio educativo considerato un’eccellenza”: insomma per Rifondazione il Santarelli rappresenta un pezzo importante della storia di Forlì e della stessa comunità del centro storico, un centro che “questa Amministrazione “Tecnica” sta distruggendo”, commenta ancora Candido che aggiunge: “Occorrono tanti soldi per mettere a norma lo stabile, e allora via...., diamolo via al miglior offerente”.

Rifondazione quindi per bocca del suo stesso segretario sostiene le famiglie che si stanno battendo affinché la Scuola Santarelli non chiuda, o venga, pezzo a pezzo, trasformata in un’altra cosa. La vicenda della scuola del centro storico, è occasione per il partito di riportare alla cronaca altri esempi illustri di “ridimensionamento” dei poli scolastici pubblici e a tal proposito vengono citati San Martino e Villafranca, “spogliati sia del servizio di trasporto pubblico, sia di alcuni dipendenti” “I servizi educativi pubblici di Forlì si sono sempre distinti per grande qualità e innovazione – continua Candido - che necessita di un impegno costante, non solo economico, se l’Amministrazione è la prima a non crederci, come ampiamente dimostrato, la strada per i servizi pubblici è purtroppo segnata. Non serve nascondersi dietro lo spauracchio della mancanza di risorse, ovviamente riconosciamo che questi sono tempi difficili, proprio per questo risultano ingiustificati i continui finanziamenti all’Aeroporto, già tecnicamente fallito varie volte, o i milioni di euro persi con Sapro”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.