20 dicembre 2012 - Forlì, Cultura, Arte, Società

Terra del Sole avrà la sua medaglia commemorativa

Presentati ieri a Palazzo Pretorio gli stampi in gesso

 

TERRA DEL SOLE. Terra del Sole celebrerà i suoi primi 450 anni, nel 2014, con una medaglia commemorativa. A fornire il soggetto dell'opera, due alunne del Liceo Artistico di Forlì, Lucia Grosso e Laura Montroni, che hanno partecipato e vinto un concorso, dedicato alle classi quarte, per scegliere le due facce del medaglione che recherà incisa tutta la storia della cittadella medicea.

I due gessi sono esposti, assieme agli altri che non si sono classificati, nel Palazzo Pretorio di Terra del Sole. Proprio ieri si è tenuta l'inaugurazione, ma la mostra sarà visitabile solo a partire dal 27 dicembre 2012 fino a martedì 8 gennaio 2013, nei seguenti orari: dalle 10 alle 12, dalle 15 alle 17 e dalle 20 alle 22.

La mostra costituisce l'atto finale e conclusivo della terza edizione del premio “Iris Versari incontra l'arte”, un'occasione di incontro e confronto con le scuole del territorio, fortemente voluto e realizzato dall'associazione Iris Versari, fondata alcuni anni fa dalla nipote nonché omonima della partigiana uccisa dai nazifascisti nel 1944. Alla realizzazione della mostra ha anche partecipato lo scultore forlivese Massimo Sansavini, che molti ricorderanno per la collaborazione con l'astrologo Paolo Fox.

L'omaggio del Presidente. Poche ore prima dell'inaugurazione, Iris Versari ha ricevuto una missiva proveniente nientemeno che dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, complimentandosi per l'iniziativa, ha anche voluto omaggiare l'associazione e l'iniziativa con una medaglietta di rappresentanza. Iris Versari, commossa nel dare l'annuncio, ha affermato di essere «fiera che la memoria di mia zia venga oggi ricordata in molti modi: non solo per essere stata una partigiana, ma anche per essere stata una donna che a vent'anni ha fatto una scelta ben precisa; con la sua lotta, ha aiutato le donne ad ottenere il voto». «La nostra associazione» ha continuato Iris Versari «è ancora piccola, ma riusciamo ad ottenere grandi soddisfazioni, come il saluto del Presidente Napolitano. Anche il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ci ha reso omaggio».

Ai saluti per corrispondenza del Presidente Napolitano e del sindaco di Cesena hanno fatto seguito i saluti, questa volta dal vivo, del sindaco di Castrocaro Luigi Pieraccini che, nel ringraziare l'associazione per le sue iniziative ha anche ricordato «quanto sia importante trasmettere ai giovani la memoria storica. I giovani sono come le piantine: la loro educazione va curata e coltivata».

Iris Versari. «La perdita della memoria storica è l'atto più grave che una generazione possa fare verso sé stessa». Queste le parole di Liviana Zanetti, socia dell'associazione Iris Versari, che ha ricordato che l'associazione è nata per volontà della famiglia «che ha sempre coltivato l'importanza del sacrificio di Iris».

Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato anche il partigiano Sergio Giammarchi. Ottantasei anni, Giammarchi ha combattuto nello stesso periodo in cui imperversava sulle colline del forlivese la banda Corbari, di cui anche Iris Versari faceva parte. Giammarchi l'ha ricordata così: «Una ragazza in grado di trasmettere una grande forza». Anche l'anziano partigiano ha centrato gran parte del suo intervento sul significato della memoria. Una memoria che si sta perdendo. «Pensate solo che l'anno scorso ho dovuto spiegare ad un insegnante di scuola cos'era la banda Corbari. E questo qui era di Tredozio!» ha chiosato l'anziano combattente.

 

Per tutte le foto, consultare:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.495695387119525.108867.293356290686770&type=3 

 

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.