19 dicembre 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca, Politica, Società

Bulbi ringrazia e declina l’invito di candidarsi alle primarie del PD

Passo indietro del presidente dell'Ente di Forlì Cesena: "Niente deroghe io resto in Provincia

FORLI' / CESENA - “Una richiesta forte, motivata, fatta da amici, professionisti, imprenditori, comuni cittadini che, nell’apprezzare l’impegno profuso come Presidente della Provincia, mi hanno sollecitato a continuare in altre vesti a perseguire gli obiettivi di sviluppo e di tutela di questi comprensori”.

Il presidente dell’ente di Forlì Cesena racconta come le pressioni si siano fatte sempre più intense sue questo versante e come abbia deciso di fare, invece, un passo indietro. “Ringrazio, infine, con affetto, l’amico Enrico Letta, che con insistenza mi ha chiesto di accedere alla richiesta di deroga come Presidente di Provincia per partecipare alle Primarie, così come previsto dai regolamenti definiti dal PD in sede nazionale.

Credo sia giusto, però, rimanere coerente con le scelte fatte in questo difficile 2012 e, dunque, rinuncio a chiedere la deroga per partecipare alle Primarie per la scelta dei candidati al Parlamento”.

Bulbi ha tentennato a lungo prima fare la sua scelta mentre, ancora una volta amici e colleghi politici gli consigliavano ripetutamente di dimettersi dalla carica di presidente così da non avere alcun problema in vista della candidatura al Parlamento.

“Ho sempre ritenuto di avere un dovere morale e politico nei confronti dei cittadini che mi avevano eletto, quello di portare a compimento il programma sul quale mi ero impegnato nei loro confronti – spiega Bulbi - Questo mi è costato fatica, certo; la fatica di chi combatte contro una delegittimazione violenta e superficiale che riguarda direttamente il tuo ruolo e la tua responsabilità, la fatica di chi si trova a costruire un difficile percorso riorganizzativo dell’Ente sulla base di una legislazione in continua e mai conclusa evoluzione… ma mi ha lasciato la serenità di avere fatto il mio dovere fino in fondo!”

Le sue dimissioni in concomitanza alla mancata approvazione del decreto di riordino delle Province avrebbe creato non pochi problemi, con una quanto mai probabile ipotesi di commissariamento per l’Ente di Forlì Cesena,  Un anno e mezzo di commissariamento dell’Ente Provincia che comporterebbe il rischio reale di interrompere un percorso amministrativo, che pur fra grandissime incertezze rimane ancora nel pieno delle sue prerogative e affronta una delicata fase di ridefinizione del suo ruolo futuro”, precisa Bulbi che poi conclude: “Con convinzione e determinazione continuerò, pertanto, a svolgere il ruolo istituzionale al quale i cittadini di questa provincia mi hanno chiamato nel 2009”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.