6 dicembre 2012 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

Ferretti lascia Forlì e monta la "tempesta perfetta"

In attesa del piano industriale crescono le tensioni all'interno e all'esterno dell'azienda

FORLI' - Giancarlo Muzzarelli, assessore regionale risponde alle richieste di chiarimento del consigliere PD Alessandrini e le sue parole non lasciano spazio a molte interpretazioni. “Gli interrogativi sono legittimi sulla permanenza dell’insediamento industriale di Forlì, specie per lo svantaggio competitivo dovuto alla distanza dal mare e al notevole costo dei trasporti”.

Il vento è ancora una volta contro: mancato rinnovo degli affitti dei capannoni di Forlì, il cui affitto è oramai in scadenza, 70 lavoratori spostati a San Giovanni in Marignano e 40 a Mondolfo entro fine anno. Si spera ancora in una soluzione e si confida proprio sul lavoro dei sindacati. A dichiararlo è lo stesso Muzzarelli che ha annunciato: “la trattativa sarà in grado di individuare una soluzione”. Aumenta la trepidazione e proporzionalmente il tasso di tensione all’interno e all’esterno dell’azienda in attesa del fatidico 12 dicembre, giorno in cui Ferretti scoprirà definitivamente, forse, le carte spiegando quale sarà il futuro dell’impresa con la presentazione del piano industriale. Ma ciò che preoccupa ulteriormente è ancora una volta l’ombra della politica che fa male a se stessa: la Regione Marche ha nei giorni scorsi sostenuto di avere ottimi rapporti con la provincia cinese di cui la nuova dirigenza Ferretti è originaria. Nessun tavolo di confronto, nessun accordo tra forze politiche a livello interregionale, ma ognuno per sé, anche a discapito degli altri. Il vento monta e si trasforma in tempesta, ancora una volta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.