25 novembre 2012 - Forlì, Politica, Società

Renzi - Bersani, lo scontro continua

E' oramai ballottaggio e i candidati affilano le armi strizzando l'occhio a Vendola

FORLI' - Al termine di questa tornata elettorale il comitato per Bersani si fa i conti in tasca e già strizza l'occhio ai simpatizzanti di Vendola che sul territorio di Forlì e Cesena ha conquistano il 9 per cento dei consensi. I dati di affluenza parlano chiaro dai 12000 votanti del 2008 in occasione delle ultime primarie si è passati oggi a quasi 20 mila adesioni. Il PD esulta, “oggi è la festa della democrazia” e non ha tutti i torti. Bersani ha conquistato  il 46.10% (dato provinciale) delle preferenze contro un Renzi arrembante che si attesta al 42.7%.

Onore alle armi e dallo stesso comitato pro Bersani si sottolinea la capacità con cui Matteo Renzi è stato in grado di comunicare e individuare prioritariamente obiettivi concreti: “Il messaggio diretto  di Renzi ha conquistato il pubblico e ha fatto breccia tra il popolo degli elettori della coalizione di centrosinistra”,  spiega Giulio Marabini, responsabile del comitato ForlìXBersani. Se il sindaco di Firenze miete consensi in quel di Tredozio accaparrandosi il 60 per cento circa delle

preferenze, Bersani conquista gli elettori a Galeata dove si registra il picco massimo di adesioni con un brillante 52.55% . Chiuse le urne e gli scrutini le lancette ripartono: il count down per il ballottaggio è appena iniziato e già si ragiona sulle attività di comunicazione e programmatiche per presentarsi in modo vincente al prossimo appuntamento. Verificando nel dettaglio i dati relativi alle percentuali di voto sul territorio del forlivese emerge che il 46.95 per cento delle preferenze viene incassato da Bersani mentre il sindaco di Firenze si attesta al 41%, ben al di sopra della media nazionale. Nichi Vendola guadagna un sorprendente 9,56 per cento alle urne ed è proprio questa quota che fa gola alla compagine “bersaniana” che conta su una maggiore adesione

e vicinanza dei programmi. Il comitato ForlìXBersani ammette che ci si aspettava qualcosa in più in termini di voti, ma la variabile delle adesioni dell'ultimo minuto, cioè di quanti hanno aderito all'invito a presentarsi per esprimere la propria preferenza sul candidato alla guida del centrosinistra, ha rimescolato inevitabilmente le carte in tavola;  tuttavia i comitati pro Bersani sostengono che se si riusciranno a portare nuovamente tutti questi elettori alle urne nel secondo turno, la vittoria sarà assicurata. Ben 19146 votanti la dicono lunga sul desiderio di partecipare in maniera più attiva e diretta alla vita pubblica e politica del territorio e del paese stesso e le 19105 schede valide raccontano e rappresentano la volontà di cambiare lo stato attuale delle cose, ma anche la grande frattura tra i due maggiori schieramenti, con un outsider come Vendola che continua a stupire e a rompere i piani del PD. Fuori dai giochi e dalla competizione, anche per irrilevanza delle preferenze accordate, rimangono i candidati Puppa e Tabacci che rispettivamente a livello nazionale hanno preso 1, 76&%  e lo 0,62%,  percentuali che se anche ridistribuite non usciranno a rendere maggiore il distacco e il range tra i due candidati a leader, Renzi e Bersani.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.