7 novembre 2012 - Forlì, Cronaca, Società

Forlì dedicherà una via a Placido Rizzotto

Approvata all'unanimità dal consiglio comunale la mozione per intitola una strada al sindacalista

FORLI' - Approvata all’unanimità la mozione  per intitolare una strada a Placido Rizzotto sindacalista ucciso nel 48’ a soli 34 anni da una banda guidata dal giovane Luciano Liggio ed il cui corpo fu gettato in una foiba di Rocca Busambra.

La storia di Placido Rizzotto, ucciso dalla mafia corleonese, per avere difeso le ragioni dei contadini di fronte al grande latifondo, è diventato negli anni un vero e proprio simbolo per tutta l'Italia, un esempio che ha contribuito ad avviare l'Italia verso una coscienza civica che ha voluto spezzare il clima di omertà.

Con questa mozione l’Italia dei Valori vuole ricordare il suo gesto e mostrare rispetto solidarietà per tutti coloro che quotidianamente rischiano la propria vita per opporsi alle mafie.

"In tutto il nord Italia, purtroppo, questa piaga sembra essersi estesa e il timore che anche  l’Emilia Romagna duramente colpita dagli ultimi drammatici episodi legati al terremoto possano diventare uno spiraglio per le infiltrazioni  mafiose deve essere combattuto e osteggiato in ogni modo - spiega il segretario provinciale dell'IdV, Tommaso montebello -  La mafia, proprio come un virus,  prolifera fra le macerie delle catastrofi naturali, fra appalti, imprese, riciclaggio di denaro e l'Emilia, dopo i drammatici eventi della primavera, rischia non poco".

"Per questo - conclude l'esponente dei dipietristi -  l’idea di intitolare la strada al sindacalista ucciso dalla mafia vuole essere anche un simbolo che possa fare capire noi da che parte stiamo".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.