2 ottobre 2012 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi, Società, Spettacoli

A teatro un anno…da pavura!

Giacobazzi, Vito, Mr.Forest e tanti altri per la stagione teatrale 2012/2013 del Diego Fabbri

 

Grasse risate anche quest’anno col teatro comico del Diego Fabbri: ad aprire la stagione, il 26 novembre, l’umorista Michele Foresta, volto noto del panorama Mediaset e del programma Mai dire gol in particolare, con il “Mr. Forest Show”.

Interessante anche il seguito: mercoledì 12 dicembre, il Piccolo di Forlì ospiterà il comico Vito con “Il malanno immaginario” e, a seguire, Debora Villa, che molti ricorderanno nei panni della segretaria Patty nella serie televisiva Camera Cafè, con “Donne che corrono dietro ai lupi”. Il 19 marzo 2013, l’uomo che ha portato la Romagna in giro per l’Italia: Giuseppe Giacobazzi.

Si aggiungono ad una già intensa stagione teatrale anche il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, dal 17 al 20 gennaio 2013, e lo spettacolo “Open Day” dell’attrice Angela Finocchiaro, dal 21 al 24 febbraio. Il presidente dell’Accademia Perduta dei Teatri Ruggero Sintoni, che organizza la stagione assieme al Comune di Forlì, ha ricordato che Aldo Giovanni e Giacomo, in un certo senso, hanno cominciato proprio da qui: «C’era un periodo in cui il trio non esisteva e si chiamavano solo “Aldo e Giovanni”. In quel periodo, venivano spesso al Piccolo di Forlì. E già facevano faville. Quest’anno siamo riusciti ad ottenere l’esclusiva per la Romagna». Sintoni ha trovato parole di elogio anche per Giacobazzi, definendolo il “comico di maggior successo in Italia in questo momento”. Al contempo, Sintoni ne ammette il cambiamento: «Ormai non è più la parodia del romagnolo medio, ma dell’italiano medio».

Quest’anno, il Diego Fabbri offre anche un carnet di quattro spettacoli che si inscrivono nella rassegna “Family”: sabato 12 gennaio si comincia con il clown più famoso e più apprezzato al mondo, David Larible con “Questa sera David”; a seguire, il 6 febbraio, Karakasa Circus, spettacolo realizzato dal Circo della Pace di Bagnacavallo; penultimo spettacolo della rassegna “Family” è Mind Juggler del forlivese Francesco Tesei, sabato 20 aprile. Chiude la rassegna L’Orchetto di Claudio Casadio e Daniela Piccari.

Oltre alla stagione comica del Diego Fabbri, Accademia Perduta dei Teatri e Comune di Forlì presentano anche la stagione del teatro il Piccolo, che vede la presenza di ben sei spettacoli della rassegna “A teatro con mamma e papà”, spettacoli per tutta la famiglia. Si comincia sabato 13 gennaio con “Piccolo. L’ultimo albero” del Teatro del Buratto; domenica 20 gennaio è la volta di un classico: “Pippi Calzelunghe”, curato dalla Fondazione Aida. Il 27 gennaio va in scena Cecino e Mignolina, della compagnia Tanti cosi progetti. Domenica 3 febbraio sarà la compagnia “Rosaspina, un teatro” a calcare le scene. Il 17 febbraio il calendario prevede l’esibizione dei Fontemaggiore con lo spettacolo Fiabe Ritrovate. Chiude la rassegna Goccia a goccia, curato dall’artista Ferruccio Filipazzi, domenica 24 febbraio 2013.

Grande attenzione, anche quest’anno, sarà riservata al teatro scuola e al teatro dialettale.

 

Per maggiori informazioni, consultare:

http://www.accademiaperduta.it/teatri/teatri.asp?IDTeatro=1

 

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.