25 settembre 2012 - Forlì, Cronaca, Società

Forlì dica "no" ai circhi con animali

Anche la sezione forlivese della Lega Nazionale per la Difesa del Cane condanna il Comune

"La città di Forlì ospita in questi giorni l’ennesimo circo con animali, manifestazione anacronistica che implica la prigionia, lo sfruttamento e la costrizione di animali tenuti segregati in condizioni estranee alla loro natura: giraffe, ippopotami, leoni e  tanti altri costretti a vivere una vita alla catena e dentro a misere gabbie. A volte qualcuno di loro prova a sottrarsi ai suoi carcerieri, come il cucciolo di giraffa che alcuni giorni fa ha intravisto una via di fuga ed è scappato via correndo per le vie trafficate di Imola, dove ha trovato la morte dopo poche ore”. L’ennesima denuncia arriva dalla sezione forlivese della Lega Nazionale per la Difesa del Cane che alza il proprio grido di sdegno dopo la vicenda della morte della giraffa Alexander a Imola.

“Come cittadini e come esponenti della Lega Nazionale per la Difesa del Cane ci chiediamo perché il Comune di Forlì non compia un atto di civiltà, mettendosi al pari di Amministrazioni limitrofe, come Faenza per citare una realtà a noi vicina, che hanno emanato un’ordinanza che preclude sul loro territorio l’attendamento di circhi con al seguito gli esemplari esotici o protetti contenuti in un apposito, dettagliato elenco”, commentano dalla lega, che rimarcano le loro intenzioni e le loro opinioni: “Emanare un regolamento simile non significa precludere ai forlivesi la possibilità di apprezzare l’arte circense, ma al contrario di fare vedere loro il meglio che essa può offrire. Perché esistono circhi migliori: sono quelli senza animali che regalano al pubblico spettacoli pieni di straordinaria bellezza, di eccitanti acrobazie e capaci di incantare i bambini con la loro “magia”, senza catene e senza sangue. Noi crediamo fermamente che i nostri figli potranno diventare un generazione migliore se la loro scala di valori includerà il rispetto degli altri esseri viventi”.

Oggi il segretario comunale del PRC, Bruno Renna ha lanciato pubblicamente un appello al Sindaco di Forlì perché anche la nostra città dica NO al circo e solo qualche settimana fa il vicesindaco Biserna, intervenendo sulla vicenda Green Hill aveva invitato le istituzioni a impegnaarsi “ognuno nei propri ambiti per leggi più giuste e etiche”.

“Bene – concludono dalla Lega Difesa del Cane -  oggi l’amministrazione ha l’opportunità di farlo. Cosa stiamo aspettando?”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.