21 settembre 2012 - Forlì, Cronaca, Sanità, Società

Parto indolore, a Forlì numeri in crescita

Aumenta il ricorso anche tecniche che non prevedono l'impiego di farmaci

Il parto senza dolore piace sempre di più. Nel 2011, le analgesie farmacologiche peridurali sono state il 20,34% dei travagli, contro il 16,61% dell’anno precedente. Numeri in costante crescita, dunque, per il servizio, effettuato gratuitamente, 24 ore su 24, dall’Unità Operativa di Ostetricia-Ginecologia, diretta dal dottor Celestino Claudio Bertellini, grazie alla collaborazione con l’unità Operativa di Anestesia e Rianimazione, diretta dal dottor Giorgio Gambale.Il punto sul percorso verrà effettuato martedì 25 settembre, alle 20.30, al centro culturale San Francesco, in occasione dell’incontro pubblico “Il parto indolore. Un diritto. Una scelta - L'esperienza di Forlì”, promosso da Fidapa (Federazione Italiana Donne nelle Arti Professioni Affari) nell’ambito delle iniziative della Settimana del Buon Vivere. In tale circostanza, ampio spazio verrà dedicato anche alle tecniche di analgesia non farmacologica (supporto emotivo strutturato, movimento e posizioni, immersione in acqua, assistenza one to one continua da parte delle ostetriche), garantite dal team ostetrico dell’U.O. di Ostetricia-Ginecologia e praticate nell’81,2% dei casi. In molti casi le metodiche farmacologiche e non farmacologiche di analgesia s’integrano vicendevolmente. 

Nel 2011, sono state 283 le donne ad aver frequentato l’incontro mensile sul parto in epidurale in programma ogni primo mercoledì del mese, mentre in 640 hanno effettuato la visita pre-partum. Su 1.010 parti vaginali registrati lo scorso anno, le analgesie farmacologiche peridurali sono state 210, pari al 20,34%, con un trend che si conferma in crescita anche nel primo semestre del 2012.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.