12 settembre 2012 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

Acis,Ciss, Vis Serramenti tavolo di confronto in prefettura

Ancora a rischio il futuro di 228 lavoratori

Si è svolto ieri pomeriggio 11 in Prefettura un incontro richiesto da FIM FIOM UILM e dalla RSU Acis sulla situazione del Gruppo ACIS, che comprende anche le aziende CISS e Vis Serramenti e che occupa 228 lavoratori.

“Come FIM, FIOM, UILM -. Spiegano all’unisono Claudio Valentini, Michele Bulgarelli e Bruno Basini, Enrico Imolesi e Luigi Pantoli - raccogliendo le giuste preoccupazioni dei lavoratori, abbiamo richiesto con urgenza questo incontro perché restano al momento inattuati gli accordi raggiunti, firmati e approvati dai lavoratori che disciplinano i numeri e le condizioni del passaggio dei lavoratori oggi dipendenti Acis e Ciss alla neo-costituita Vis Mobility, società che dovrà proseguire le attività del Gruppo”.

I sindacati ricordano il mancato passaggio dei lavoratori alla nuova società, così come il perdurare della situazione di ritardo nei pagamenti e delle retribuzioni.

Con l’incontro di ieri FIM, FIOM, UILM e RSU hanno chiesto il rispetto degli impegni assunti, serietà e trasparenza, e un ruolo attivo delle Istituzioni locali.

L’azienda, tramite il proprio amministratore delegato, nel riconfermare quanto previsto dagli accordi sottoscritti, ha informato le Organizzazioni Sindacali e le Istituzioni locali sullo stato della trattativa con un partner industriale, che dovrà entrare nell’assetto societario di Vis Mobility, confermato anche da formale lettera di manifestazione di interesse, in possesso dell’azienda.

Dal momento che l’azienda ha comunicato che nei prossimi giorni le trattative con il partner industriale procederanno verso la definitiva conclusione, il Tavolo Istituzionale è stato aggiornato a mercoledì prossimo 19 settembre alle ore 18.00 sempre in Prefettura di Forlì.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.