Il Centro commerciale non più al centro

CGIL, CISL e UIL, preoccupate per il futuro de "I Portici"

La situazione del Centro Commerciale “I Portici” di Forlì che, come segnalato nei giorni scorsi dalla stampa locale, ha visto la chiusura dell’ultimo ristorante attivo nella struttura, desta la preoccupazione di CGIL, CISL e UIL.

“Le istituzioni cittadine devono continuare a sostenere un progetto che ha avuto il merito di pensare al commercio e all’edilizia residenziale riqualificando un’area ex industriale inutilizzata dandogli nuova vita – si legge nella nota unitaria diffusa dalle organizzazioni sindacali -  Oggi la crisi e l’impatto dell’apertura dell’Ipermercato La Punta, rischiano di mettere a dura prova il progetto, un’idea di città, un’idea di sviluppo; senza considerare il rischio di perdere ulteriori posti di lavoro e un commercio di prossimità utile per lo sviluppo dell’imprenditoria locale”.

I Sindacati a questo punto promuovono l’istituzione di un tavolo tra amministrazione comunale, centro commerciale e Coop Adriatica per cercare di capire quali sono i problemi che hanno portato alle numerose serrate degli esercizi commerciali della struttura.

“Alcuni strumenti sono a disposizione delle parti – si legge ancora nella nota unitaria - ci riferiamo per esempio ai fondi che ogni anno sulla base del “Patto per lo sviluppo armonico del centro storico e la qualità del lavoro” vengono destinati proprio per evitare l’impatto negativo dell’IPER sulle altre attività del centro città e che possono contribuire ad alimentare iniziative culturali nella piazza dell’ex Mangelli”.

Se da un lato quindi, il centro commerciale “I Portici” ha bisogno di affluenza di pubblico per evitare di collassare, dall’altro i lavoratori hanno bisogno di risposte concrete per superare la crisi contingente.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.

Recent Comments