Scuola e "Spending Review" un binomio difficile

Riparte l’anno scolastico con gli effetti della "cura dimagrante" stabilita dal governo

Come riparte l’anno scolastico con gli “effetti” della Spending Review?

Prova a rispondere a questo quesito La CGIL di Forlì che critica le immediate ripercussioni della manovra Monti sulle scuole. Prima di tutto, a quanto riferisce il sindacato, le operazioni di avvio dell’anno scolastico stanno procedendo con molta lentezza, a causa di tardive ed incomplete indicazioni da parte del MIUR. Secondo La FLC CGIL, si sono verificate alcune situazioni problematiche, soprattutto per il personale ATA (amministrativi, tecnici e bidelli) che, in un momento così delicato, oltre all’indiscutibile danno e disagio per i lavoratori, determinano un disservizio per gli studenti e le famiglie.

“Il MIUR  ha comunicato agli Uffici Scolastici Territoriali il contingente delle immissioni in ruolo dei collaboratori scolastici (bidelli) solo alla fine di agosto – spiegano dal sindacato - Questo ritardo, oltre alla perdita  di almeno dieci giorni di servizio e di stipendio per molti lavoratori che già percepiscono salari bassi (meno di 1.000 euro al mese) , ha paradossalmente determinato un aggravio di spesa per lo Stato. Infatti, al personale che da vari anni aveva contratti a tempo determinato rinnovati ogni anno, dal 1 settembre al 31 agosto, con l’interruzione del servizio dovrà essere erogato il TFR maturato e riconosciuta l’indennità di disoccupazione.  Ciò ovviamente non sarebbe successo in caso di nomine in ruolo o conferma di incarico a tempo determinato entro il primo settembre”.

FLC CGIL  denuncia, inoltre, come le operazioni di nomine annuali per il personale amministrativo e tecnico siano a tutt’oggi bloccate perché ancora non si è trovata soluzione al problema dell’utilizzo del personale docente non idoneo all’insegnamento.

“La legge sulla revisione della spesa pubblicaha stabilito infatti – precisano dal sindacato - che tutti gli inidonei all’insegnamento siano adibiti a lavori di segreteria. Nelle segreterie delle scuole si svolgono attività molto complesse, anche di carattere amministrativo, per svolgere le quali sono richieste competenze e professionalità specifiche. Ora, al posto dei tanti assistenti amministrativi qualificati ma precari che in questi anni hanno coperto i posti vacanti andranno ex docenti senza alcuna preparazione specifica e per loro non è prevista alcuna formazione o riconversione professionale. All’insegna di questo caos organizzativoinizierà l’anno scolastico 2012-2013”.

Altra situazione critica riguarda gli assistenti amministrativi, che dopo anni di lavoro si troveranno disoccupati.

Per la CGIL si tratta quindi di un’operazione che produrrà effetti deleteri per la scuola, che sarà privata di personale competente.

“Questa operazione di passaggio da un profilo professionale all’altro– concludono dalla CGIL - creerà, almeno all’inizio, vistose sperequazioni retributive, riguarda anche gli insegnanti tecnico-pratici che diventeranno assistenti tecnici. È vero che entrambi lavorano nei laboratori, ma in campi e con funzioni totalmente diversi. Questo è un settore, soprattutto per gli aspetti tecnici e tecnologici, che andrebbe potenziato, invece di fare operazioni tappabuchi che mascherano licenziamenti. Ancora una volta si fa cassa sulla scuola pubblica”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.