3 settembre 2012 - Forlì, Cronaca, Società

Sgargy ricordato pubblicamente in piazza Saffi

Le sue ceneri saranno sparse nelle Foreste Casentinesi in una cerimonia privata

Sgargy continua a far parlare di sé e non per il gest estremo cui ha lasciato parenti e amici, ma per la sua bontà d’animo, e i valori per cui ha lottato fino alla fine e per cui è stato disposto anche a sacrificare la sua vita. Come scritto in una lettera inviata al figlio Andrea, le sue ultime volontà saranno presto esaudite: in seguito alla cremazione che sarà effettuata nei prossimi giorni a Roma (sono state infatti sbloccate le pratiche dalla magistratura ndr.), le sue ceneri saranno lasciate libere nelle Foreste Casentinesi, nel corso di una cerimonia che si terrà in forma privata. Angelo Tornerà a quella libertà che ha sempre desiderato, a quella natura per cui si è sempre battuto.

Clandestino, Destinazione Forlì, la Federazione della Sinistra, si sono mossi non dimenticando nemmeno per un secondo l’attivissimo Angelo e proprio per celebrarne il ricordo tra 15 giorni circa (le comunicazioni ufficiali saranno annunciate entro breve ndr.), si terrà una piccola cerimonia in piazza Saffi. Per quell’occasione saranno raccolti tutti i materiali che ricordano “Sgargy” e il suo operato: fotografie, pittoreschi travestimenti impiegati nel corso delle manifestazioni cui ha preso parte, riflessioni ed altro ancora. In quella circostanza, inoltre, si raccoglieranno fondi per sostenere economicamente Andrea, il figlio di Angelo, al momento senza occupazione e in cerca di una residenza.

“La morte di Angelo non è frutto solo della disoccupazione – spiega Michela Nanni di ClanDestino – il contenuto dei suoi messaggi, delle cartoline che ci ha inviato raccontano altro, parlano di rapporti, di relazioni sociali”. Angelo si trovava in forti difficoltà economiche ma il tragico epilogo della sua vita è da prendersi come l’estrema manifestazione di cambiamento, un’azione ultima e definitiva che deve smuover gli animi dei tanti che desiderano un futuro diverso, più equo, dove i diritti sono garantiti per tutti e non privilegio solo per alcuni.

“Con questa situazione lavorativa tutto dilaga”, commenta Michele Bulgarelli della CGIL e il gesto tragico di “Sgargy”, ne è un chiaro esempio. Dal canto suo la Federazione della Sinistra di Forlì desidera  creare una cassa per sostenere, almeno in parte, realtà difficili come quella di Angelo a cui probabilmente la cassa stessa sarà dedicata, come conferma Simona Ricci.

“Non è che il lavoro non sia importante – continua Raffaella Pirini di Destinazione Forlì – Ciò che Sgargy ha fatto è stato lanciare un forte segnale d’azione. L’ho sentito 15 giorni prima dei tragici fatti che tutti conosciamo e mi sembrava più combattivo del solito. Lui ha scelto di distruggersi per dare un segnale ad altri. Ha fatto di tutto perché altri potessero capire che le cose possono cambiare.

Nel frattempo è già partita la raccolta fondi per Andrea e parecchi interessamenti sono giunti persino da Roma dove alcuni cittadini, appresa la notizia dell’estremo gesto di Angelo, hanno contattato Destinazione Forlì per esprimere solidarietà e per aiutare economicamente la famiglia.

A sostegno di Andrea Di Si possono effettuare versamenti sul conto corrente a lui intestato:

Banco Posta

CC 97967809

IBAN FO76 0113 2000 0009 7961 809

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.