1 agosto 2012 - Forlì, Cesena, Cultura, Politica, Sanità, Società

Il consigliere regionale Bartolini contro la macellazione rituale

 

Vietare ai musulmani di sgozzare gli animali. È questo l’imperativo categorico che si è dato il consigliere regionale Luca Bartolini. Tanto che ha anche presentato un’interrogazione al consiglio regionale su questo tema.

«E’ una sofferenza inutile, lo dimostra un recente studio» ha dichiarato il consigliere. E si scaglia anche contro gli ambientalisti: «Dove sono gli animalisti verdi che quotidianamente attaccano i cacciatori? Due pesi e due misure per valutare la sofferenza di un animale?»

Bartolini spiega in che modo è arrivato ad una tale presa di coscienza: «Alcuni allevatori di Forlì mi hanno sollecitato ad intervenire su un tema riguardante il benessere animale visto il totale silenzio sull’argomento di quegli animalisti che quotidianamente accusano i cacciatori. Mi hanno raccontato che per macellare il bestiame, mentre gli Italiani devono sottostare a rigidissimi protocolli imposti dalle norme europee e nazionali, per gli islamici c’è inspiegabilmente invece molta tolleranza, con il silenzio assordante di quegli animalisti che quotidianamente tormentano i cacciatori».

«Sarà mai possibile che i musulmani possano sgozzare gli animali senza stordirli» continua il consigliere Bartolini «mentre gli allevatori italiani devono sottostare a regole stringenti previste da una legge regionale a tutela il benessere animale?».

Il problema, effettivamente, c’è. Il consigliere Bartolini ne sta facendo una battaglia di civiltà. E attacca ancora gli animalisti: «Sono bravi ad attaccare se un cacciatore uccide un fringuello, ma poi sono tutti muti quando c'è chi fa soffrire inutilmente un animale».  «Questo è puro razzismo al contrario» chiosa il consigliere.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.