I lavoratori dei Consorzi di Bonifica aderenti a CGIL, CISL e UIL entrano in sciopero

Fai, Flai e Filbi, incrociano le braccia martedì 31 luglio

Fai CISL, Flai CGIL, e Filbi Uil, proclamano una giornata di sciopero generale del settore per il prossimo 31 luglio con l’allestimento di un presidio a Roma, con l’intento di riaprire il tavolo di trattativa. Anche dai territori di Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna partiranno delegazioni che prenderanno parte alla manifestazione.

“Dopo un anno dall’invio della piattaforma di rinnovo del CCNL dei dipendenti dai Consorzi di Bonifica e di Miglioramento Fondiario, FAI-CISL, FLAI-CGIL, FILBI-UIL si sono sentite “reiterare” la richiesta di rinvio del negoziato”, spiegano i sindacati.

In una nota unitaria le sigle sindacali spiegano che dopo 8 mesi di tentativi di riaprire il tavolo di trattativa, “pur consapevoli delle gravi difficoltà economiche del Paese”, è giunta ormai l’ora di aprire un giusto percorso negoziale “necessario per trovare le giuste soluzioni che portino a reciproca soddisfazione delle parti”.

I lavoratori dei Consorzi di Bonifica sono soggetti al rispetto dei servizi minimi per garantire il servizio e il controllo idrico agli agricoltori e la gestione dell’approvvigionamento idrico del territorio, svolgendo inoltre un’indispensabile opera per il mantenimento della qualità ambientale per le acque interne e costiere.

“I Consorzi di Bonifica, soprattutto quello della Romagna – spiegano i sindacati -  hanno sempre meno risorse, ma è anche vero che non hanno ancora completato una razionalizzazione dei vertici apicali, gli operai e gli  impiegati hanno già subito una riorganizzazione, ora come prima cosa si pensi alle figure dirigenziali che per quanto ci consta sono in numero superiore e rimangono un peso non più giustificabile e sostenibile con i nuovi assetti”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.