“Provincia unica di Romagna:voglio pure io dire la mia”

Luca Bartolini (PdL), pubblica su facebook alcune considerazioni in merito agli accorpamenti istituzionali

”Intanto diciamo le cose come stanno: la Provincia unica di Romagna è una scelta che ci vuole imporre dall'alto il Governo, non è di sicuro uno di quei temi sentiti dalla gente. Invece di rincorrere tale scenario - che in realtà ci consegnerà una scatola vuota, priva di poteri e dove i risparmi sono tutti da verificare - la classe politica locale farebbe meglio a battersi e a spendere energie per un obiettivo più ambizioso e utile al territorio: la Regione Romagna. Vogliamo fare a meno delle tre province di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena? Bene, accorpiamole creando la Regione Romagna e non un surrogato inutile come la Provincia unica, un ente che sarà controllato da Bologna più di quello che succede adesso con le tre province separate”.

Il pensiero del consigliere regionale del PdL è molto chiaro e ad avvallare la sua opinione porta qualche concreto esempio: “Le sedi ci sono già, così come il personale. In questo modo si razionalizza la presenza dell'ente locale sul territorio, si toglie ugualmente un ente intermedio, e si rafforza il legame Regione Comune”.

Secondo il consigliere le province, così come ripensate dal Governo Monti, sarebbero svuotate da ogni riconoscimento amministrativo e da numerose competenze. In carico ai nuovi enti secondari, specie in quello Unico frutto dell’accorpamento tra Forlì Cesena, Rimini e Ravenna, sarebbe solo la gestione delle strade.

“Un po' pochino per credere che la futura Provincia unica possa essere il raccordo delle politiche strategiche della Romagna”, commenta dal suo profilo pubblico Luca Bartolini.

“Andando controcorrente, da ex amministratore di un piccolo Comune, sono a contestare questa scelta di voler accentrare gli enti intermedi in mega strutture sub regionali, come la Provincia di Romagna – scrive ancora il consigliere regionale -  La Provincia di Romagna sarà un surrogato della Regione senza però averne i poteri, sarà l'ennesimo carrozzone sovra-comunale ma ancor più lontano dal territorio rispetto ad oggi”.

Se di cambiamento si parla, che sia epocale: questo è un po’ quello che si legge nel post del consigliere del Popolo della Libertà che al “carrozzone unico” preferirebbe vedere l’abolizione di tutte le Province cedendo ogni competenza alle Regioni.

“In mancanza della Regione Romagna, quella sì che cambierebbe le cose, non vedo la differenza per un sindaco tra il rivolgersi ad un presidente di Regione di stanza a Bologna, che almeno si presenta in campagna elettorale per farsi eleggere – sintetizza Bartolini -  ed un presidente di Provincia di stanza a Ravenna, nominato da altri amministratori e quindi non obbligatoriamente sensibile ai problemi dei Comuni diversi dal proprio”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.