Impegnati nelle terre confiscate alla mafia

I pensionati della CGIL di Forlì si rimboccano le maniche insieme a Libera e Arci

Per il secondo anno consecutivo, i pensionati della Cgil di Forlì partecipano al progetto dei campi della legalità che li vede impegnati sui terreni confiscati alla mafia nei pressi di Torchiarolo, in provincia di Brindisi, con la collaborazione delle associazioni Arci e Libera e di giovani provenienti da varie regioni italiane ed in particolare dall’Emilia Romagna per partecipare non solo al lavoro dei campi, verificando direttamente come la Comunità possa utilizzare i beni della criminalità organizzata acquisiti illegalmente e farli diventare strumenti di crescita economica/occupazionale sana, ma anche a laboratori di formazione sulla cultura della legalità quale strumento di rispetto delle regole di un paese civile e democratico.

Questa esperienza consente alle pensionate e ai pensionati dello Spi Cgil di Forlì, ai ragazzi e alle ragazze ospiti dei campi, alla comunità pugliese, agli uomini e alle donne di Arci e Libera un confronto intergenerazionale quotidiano, solidale, democratico che permetta responsabilmente e liberamente di scegliere da che parte stare.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.