24 giugno 2012 - Forlì, Cronaca

Tragedia a Carpena: morto il bimbo caduto nella cisterna. Aperta un’inchiesta.

 

È deceduto ieri mattina alle ore 11 nel reparto rianimazione dell’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì il bimbo di Carpena che venerdì era caduto in una cisterna per la raccolta delle deiezioni suine.

Nella prima serata, G. L., sette anni appena, stava giocando nel podere del nonno, in compagnia dell’anziano. Ad un certo punto, il bambino ha eluso la sorveglianza del nonno, sparendo alla sua vista. Il bambino, con tutta probabilità, ha messo un piede in fallo ed è scivolato attraverso un buco posto al di sopra di una cisterna in cemento per la raccolta dei liquami tossici provenienti dal vicino allevamento di maiali, di proprietà del nonno.

Il buco in questione non è altro che una stretta fessura, coperta in modo provvisorio con alcune lastre di ondulato in metallo, dalla quale il bambino non è più riuscito a risalire. Il nonno ha iniziato a cercarlo, forse inizialmente pensando ad uno scherzo del piccolo. Dopo alcuni minuti di ricerca, l’uomo ha scorto il corpo del piccolo che spuntava nella melma della cisterna. Si è così prodigato per recuperare G.L., non senza difficoltà, e ha chiamato i soccorsi che sono intervenuti tempestivamente. Il cuoricino del bimbo, però, si era fermato per quasi cinque minuti e non poco hanno dovuto penare i sanitari per rianimarlo. Il bambino è stato poi trasportato in ospedale con la scorta dei carabinieri, in condizioni che il personale medico ha definito, da subito, disperate.

Alla notizia della morte del bambino, il nonno e la madre hanno avvisato entrambi un malore. Ripresisi, hanno chiesto di poter donare gli organi del piccolo. I sanitari, tuttavia, hanno rifiutato adducendo la motivazione che gli organi interni del bambino erano troppo danneggiati per permetterne l’espianto.

La causa ufficiale della morte è arresto cardiaco in seguito ad avvelenamento per inalazione di sostanze tossiche. È già stata avviata un’inchiesta, coordinata dal pubblico ministero Antonio Bartolozzi, che ha già disposto l’autopsia sul corpicino.

La notizia della morte del piccolo G.L. ha avuto eco anche sui media nazionali.

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.