12 giugno 2012 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Terremoto: la Lega propone una mappatura degli edifici pubblci

Interrogazione al Sindaco per verificare la sicurezza di scuole e case di riposo

Il sisma che ha colpito nei giorni scorsi i Comuni dell’Emilia ha provocato ingenti danni ad abitazioni, centri storici, plessi scolastici e complessi industriali, rendendo inagibili innumerevoli strutture e facendone collassare altre.

Lo sciame sismico si manifesta come un fenomeno tellurico “eccezionale” nella sua intensità e frequenza, seppur riconducibile alla mappatura di pericolosità simica nazionale e alle zone di maggiore incidenza e pericolosità dello scuotimento terrestre.

Martedì 5 giugno si è registrata l’ennesima scossa di magnitudo 4.5 della scala Richter con epicentro nel ravennate, portando all’attenzione dell’opinione pubblica il dramma del terremoto come un emergenza non più solo “emiliana” ma anche “romagnola”.

“Il nostro territorio è caratterizzato da plessi scolastici, edifici pubblici e di valenza storico-culturale – spiegano Massimiliano Pompignoli e Paola Casara della Lega Nord - riscontranti problematicità circa il rispetto della normativa anti-sismica. Molti di questi sono stati edificati in assenza di un quadro normativo anti-sismico”. Data la valenza di queste strutture, dei servizi che erogano e degli stessi fruitori, proprio il carroccio interroga il Sindaco di Forlì per sapere se “Intenda adottare un piano urgente di verifica degli insediamenti scolastici, sanitari, pubblici e storico-culturali del forlivese al fine di testarne la stabilità e la sicurezza, ma anche se intenda effettuare una mappatura di scuole, ospedali, insediamenti storico-culturali e altri edifici pubblici del territorio in termini di adeguamento e rispetto della normativa antisismica, per poterne verificare la stabilità strutturale e capire l’esistenza o meno di edifici caratterizzati da deficit di protezione sismica”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.