7 giugno 2012 - Forlì, Cronaca, Cultura, Società

Messaggeri della ricerca

Da Forlì a Roma in mountain bike. Sabato il via all'impresa benefico sportiva

Saranno il Sindaco di Forlì, Roberto Balzani e il Dino Amadori, Direttore Scientifico dell’IRCCS IRST a dare il via ufficialmente, sabato 9 giugno alle ore 8:30 in Piazza Saffi, all’impresa sportivo-benefica dei “Messaggeri della Ricerca”. I due principali patrocinatori dell’evento organizzato e voluto dall’istruttore sportivo Daniele Avolio, taglieranno insieme il nastro del percorso in sei tappe che porterà 14 bikers percorre oltre 500 chilometri di strade e sentieri appenninici fino a Roma.

In questi primissimi colpi di pedale, i ciclisti – ideali portatori dell’impegno alla lotta contro i tumori e a favore della ricerca scientifica svolta all’IRCCS IRST – non saranno soli: oltre alle telecamere RAI di UnoMattina e Tg2 Salute e Società, grazie all’impegno di numerose associazioni vicine ai “Messaggeri”, per salutare la partenza del piccolo gruppo di volenterosi, è stato organizzato un raduno a libero accesso così che chiunque, su qualunque tipo di bicicletta (monociclo, tandem, graziella o bici da corsa high-tech che sia) potrà scortare i bikers nel loro primo tragitto. 

Sei le tappe programmate nel taccuino dei “Messaggeri”, tutte da comune a comune: partiti da Forlì i messaggeri arriveranno a Poppi, Anghiari, Cortona, Montegabbione, Montefiascone, Trevignano Romano, Roma. L'iniziativa si concluderà sabato 16 giugno con l'arrivo in Piazza del Campidoglio a Roma. 

Un percorso impegnativo, ricco di fascino, spunti storici ma, soprattutto, vista la risposta già raccolta dagli organizzatori, di entusiasmo e partecipazione popolare a testimonianza di come beneficenza, sport e salute possano andare a braccetto incontrando il plauso di tanti. Ad attendere i “Messaggeri della ricerca”, nei singoli comuni mete finali delle tappe, ci saranno delle vere feste paesane come quella organizzata nella città laziale di Montefiascone. Lì, la pro loco e l'amministrazione comunale, hanno deciso di anticipare la festa di chiusura della tradizionale “Settimana dell'Etruria” così da farla coincidere con l'arrivo della “carovana” su due ruote.              

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.