6 giugno 2012 - Forlì, Cronaca, Cultura, Politica, Società

Case popolari: anche il Pdl chiede di cambiare

Dopo la Lega anche il Popolo della Libertà vuole nuovi criteri per le assegnazioni

Dopo la Lega Nord, attraverso le parole del suo segretario provinciale Jacopo Morrone, anche il PdL entra nell’agone sul tema delle assegnazioni delle abitazioni popolari.

“Mentre tante famiglie di forlivesi perbene aspettano una vita intera per vedersi assegnato un alloggio popolare, numerosi sono i casi, più o meno noti, di persone pregiudicate che possono tranquillamente usufruire di un tale prezioso servizio”, dichiara il consigliere comunale Alessandro Spada, che spiega inoltre come da tempo la formazione politica di cui è membro abbia chiesto all’amministrazione Balzani di attivarsi per modificare i criteri di assegnazioni delle case, cercando di considerare aspetti come l’anzianità di residenza nel territorio prioritari.

“Attraverso un’apposita interpellanza – continua Spada -  sollecitiamo il Sindaco al riguardo, al fine di sapere anche se intende rivolgersi alla Regione per impedire che persone più volte arrestate possano accedere alle case popolari. Vogliamo altresì sapere quanti controlli sono stati effettuati dagli organi comunali e quante situazioni irregolari sono state riscontrate”.

 

“L’Amministrazione ha il dovere di far rispettare le basilari norme di civile convivenza, che troppo spesso non vengono recepite nei palazzi di edilizia pubblica proprio a causa di pregiudicati o balordi che con prepotenza maltrattano gli altri inquilini”, conclude il consigliere del Popolo della Libertà che considera come cartina al tornasole della faccenda l’imminente assegnazione di 50 nuovi alloggi in zona Foro Boario. Spada si augura che la risposta da parte dell’amministrazione sia positiva rispetto a questa problematica.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.