3 giugno 2012 - Forlì, Cronaca, Società, Sport

“In bici per un sorriso” aiuta l’Eritrea e i terremotati dell’Emilia.

 

Oltre 700 iscritti e 47 squadre partecipanti. È il bilancio della decima edizione di “In bici per un sorriso”, la manifestazione che unisce il ciclismo dilettantistico alla beneficenza e che si è svolta per tutta la mattinata di oggi al parco urbano Franco Agosto. E ammonta a 52mila euro il totale delle donazioni effettuate dall’organizzazione della manifestazione in questi dieci anni, che sono andati a favore della onlus Amici Mondo Indiviso (Ami).

L’Ami si occupa di progetti socio-sanitari per malati di Aids e di promozione e formazione professionale della donna per il miglioramento della sanità locale. Sono tre le località nel mondo interessate dall’azione dell’Ami: Kerala, in India, Disga, in Eritrea e Mwanza in Tanzania. I soldi raccolti quest’anno da “In bici per un sorriso” andranno per metà alle comunità di Disga e Mwanza e per metà ai terremotati dell’Emilia.

L’ideatore della manifestazione è il medico forlivese Giorgio Gondolini, che tutti gli anni si reca, per circa un mese, a Digsa per portare la sua opera di chirurgo ortopedico. «Anche quest’anno dovrei andare» ha confermato il chirurgo «ma ci sono alcuni problemi con la situazione politica locale. A quanto pare, i politici di quella zona non sono più molto ben disposti a far entrare medici provenienti da onlus occidentali. Dovremo trovare un’altra soluzione».

Giorgio Gondolini è anche uno dei medici della stazione mobile del dottor Costa, il prodigioso medico del moto mondiale, noto per le sue cure rapide e molto efficaci. E a proposito di moto mondiale, all’edizione di quest’anno di “In bici per un sorriso” ha preso parte anche l’ex campione di motociclismo e attuale commentatore sportivo Loris Reggiani, forlivese doc e grande amico di Gondolini, in veste di ospite d’onore.

In occasione del decimo anniversario di “In bici per un sorriso”, la paroliera Catia Conficoni e il Maestro Giuseppe Zanca hanno composto la sigla dell’evento: “Eghenellà”, che in lingua tigrina significa semplicemente “grazie”.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.