28 maggio 2012 - Forlì, Cultura, Eventi, Società, Spettacoli

Grande successo per la finale delle Vocine Nuove. Il sindaco Pieraccini: «Sono stupefatto».

 

“L’edizione migliore in assoluto”. “Un salto di qualità rispetto all’anno scorso”. “Il trionfo dell’educazione alla buona musica”. Sono queste alcune delle frasi che era possibile ascoltare ieri sera al Padiglione delle Terme di Castrocaro durante la finale della nona edizione delle Vocine Nuove, la rassegna canora che prende spunto dal Festival delle Voci Nuove, ma riservato a bambini e ragazzi.

Due le categorie in gara: Baby, cioè bambine e bambini fino a 9 anni di età, e Junior, riservata a ragazze e ragazzi da 10 fino a 14 anni. Medaglia d’oro nella categoria Junior per la cosentina Angela Sancineto con la canzone “Adagio” a pari merito con la pesarese Valentina Baldelli, che ha portato il brano “Gli uomini non cambiano”. Buon piazzamento per la faentina Giulia Toschi con “Notturno”: per lei medaglia d’argento. Nella categoria baby, al primo posto troviamo l’unica altra romagnola, Annaluna Batani di Sant’Arcangelo di Romagna, col brano “Naraeia”. Al secondo posto arrivano a pari merito Beatrice Dalla Mora di Jesolo con “Il gatto e la volpe” e Anastasia Marcacci di Cosenza con “Il contadino”. Quest’ultimo brano ha ricevuto anche il premio come “canzone ecologica dell’anno”.

Non si è trattato, in ogni caso, di una semplice manifestazione canora, ma di una vera e propria sfilata di giovani talenti. Ed è ragionevole pensare che sia stato un compito non facile per la giuria, formata dalla cantante Tania Cervellieri, dalla corista Monica Magnani, dal musicista Bruno Amaretti e dall’esperta di comunicazione Monica Guidi, eleggere vincitori e secondi classificati, dato che il livello della kermesse, come si diceva, si è tenuto molto alto per tutta la serata. Merito anche di un’organizzazione puntuale e di una selezione durissima dei concorrenti, che ha permesso di regalare al vasto pubblico presente una serata di intense emozioni.

Nulla a che vedere con lo Zecchino d’oro o altre manifestazioni simili: Vocine Nuove ha raggiunto una maturità elevata e ha portato sul palco di Castrocaro veri talenti, molti dei quali è lecito pensare possano avere un futuro nel mondo della musica. Non si tratta solo di voci ben impostate; i partecipanti possedevano già qualcosa dei grandi cantanti: qualcuno ne ricalcava lo stile, altri sfoggiavano un carisma senza pari, sul palco e anche fuori; tra alcune delle ragazze più grandi si notava anche un certo charme.

Di qualità anche la carrellata di brani e autori scelti per le varie esibizioni: si va da Mina a Laura Pausini a Giorgia. Molto gettonato anche Lucio Battisti, del quale è stata interpretata la stupenda “I giardini di marzo”. E certo sentire Lucio Battisti sarà piaciuto soprattutto all’organizzatrice ed ideatrice del festival, Catia Conficoni, che ha da poco dato alle stampe un libro che riprende una frase di una canzone del cantautore di Poggio Bustone: “Come può uno scoglio arginare il mare” è il titolo della fatica letteraria della Conficoni. Un occhio di riguardo è stato riservato anche a Fabrizio De Andrè con l’inno pacifista, sempre drammaticamente attuale, “La guerra di Piero”.

Stupito anche il sindaco Pieraccini: «Non immaginavo che la preparazione dei bambini fosse così elevata. Il merito è anche di Catia Conficoni, che ha dovuto selezionare chissà quante giovani promesse della musica provenienti da tutte le regioni d’Italia».

Scoppiettante la conduzione della serata a cura di Gianluca Grifoni, coadiuvato da due vallette d’eccezione: due bimbe, Elisa Bondi e Ludovica Miserocchi, vincitrici della passata edizione.

Prima di passare alla premiazione dei vincitori, si sono esibiti sul palco del Padiglione delle Terme due delle giurate: Monica Magnani, corista dei Nomadi, di Laura Pausini ed Elisa, nonché vocal coach del programma di Rai uno “Ti lascio una canzone”, e Tania Cervellieri, ventenne cattolichina, già presente all’edizione 2011 delle Voci Nuove, durante la quale fece parlar di sé per la potenza canora di tutto rispetto e per la notevole tecnica sfoggiata, nonostante la giovane età. Tania Cervellieri, che ieri sera si è esibita con il brano “Amore unico amore” di Mina è reduce da un provino per il talent show di Rai due X-Factor: «E’ stato domenica scorsa. Ho portato “Brivido caldo” dei Matia Bazar e “You and I” di Lady Gaga. È andata abbastanza bene, perché mi sembra proprio che il giurato sia rimasto contento della mia performance. Tra le mie prossime esibizioni pubbliche, segnalo che il 24 luglio sarà all’arena di Cattolica per un concerto di beneficenza».

Presente alla premiazione anche il Maestro Angelo Valsiglio, inconfondibile sotto il basco nero, che ha annunciato di voler portare nel contest tour delle Voci Nuove i vincitori di questa edizione delle Vocine. E c’è già chi parla di una possibile evoluzione della manifestazione, magari con un collegamento in diretta su un canale nazionale per le edizioni dei prossimi anni, come già avviene per la kermesse “dei grandi”. Solo voci di corridoio. O forse solo speranze. Per il momento.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.