14 maggio 2012 - Forlì, Cronaca, Cultura, Politica, Società

Istruzione scolastica nelle carceri: approvata una nuova risoluzione in Regione

L’Assemblea legislativa ha approvato a maggioranza (contrari Pdl e Lega nord) una risoluzione sul tema dell'istruzione scolastica all’interno delle carceri emilano-romagnole. Nelle carceri della regione al dato del forte sovraffollamento (l’indice medio è del 182,5% a fronte di un dato medio nazionale del 150,95%) si aggiunge l’alto tasso di detenuti migranti (52,4% contro il 36,7% della media nazionale). Le scuole carcerarie (almeno per ciò che riguarda le primarie e le secondarie di primo grado) dipendono dai centri territoriali permanenti e qui - come è scritto nella risoluzione presentata dal centrosinistra “a causa della riduzione delle risorse disponibili negli ultimi anni si sono verificati tagli al personale docente”.

La risoluzione, sottoscritta dal consigliere regionale  del Pd, Thomas Casadei, insieme a Liana Barbati dell'IDV (prima firmataria  del documento), impegna quindi la Giunta regionale a porsi in collaborazione con le altre istituzioni “quale struttura di governo e di supporto e a consolidare la rete fra soggetti pubblici e privati che programmano e realizzano corsi di lingua italiana ed educazione civica rivolti a cittadini stranieri in regime di detenzione”.

 

“Nella risoluzione si chiede poi all’esecutivo regionale – spiega Casadei -  di individuare gli strumenti più opportuni, anche in collaborazione con l’ufficio del Garante regionale, per realizzare il coordinamento e la razionalizzazione dei contenuti e delle azioni formative in modo da comporre un quadro d’insieme dell’offerta e della programmazione degli interventi”. Ultima richiesta contenuta dal documento è quella di favorire nei tavoli di lavoro interistituzionali l’attività di definizione di indicatori di qualità per la progettazione di percorsi formativi, l’attività di coordinamento e sostegno finalizzato all’aggiornamento degli insegnanti e anche la programmazione di un’offerta linguistica complementare a quella dei Centri territoriali permanenti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.