Si apre Sadurano Serenade

Domani a San Mercuriale il primo concerto con il quartetto "Andrea Palladio"

La speranza come fil rouge  del cartellone 2012, importanti novità per tempi, proposte musicali, team  organizzativo e direzione  artistica, un  rinnovato slancio, ma soprattutto la stessa passione che ha sostenuto  oltre 20 edizioni.
Un nuovo festival nonostante i tempi attuali non facili, nonostante la crisi, proponendo anzi  quale antidoto a questo periodo travagliato “l’idea di speranza  come riscoperta della sobrietà e della collaborazione, impegno generoso e coerente, un bene comune che tiene conto dei bisogni e delle risorse di ciascuno” secondo le parole di Don Dario.
Il primo concerto è in agenda domani, venerdì 27 aprile alle ore 21 nella Chiesa di San Mercuriale, si esibirà il quartetto "Andrea Palladio", formato da soprano, contralto, fagotto e clavicembalo.

L’edizione 2012 anticipa i tempi, ma soprattutto dilata il periodo di svolgimento, che prevede una sessione primavera/inizio estate ed una successiva autunnale, sganciandosi da luglio, mese estivo ormai congestionato di appuntamenti.
Viene inoltre recuperata  l’impostazione delle prime edizioni, più vicina alla musica classica, tessuta attraverso un’idea tematica - quella della speranza - che unisce tra loro  gli  appuntamenti proposti dalla nuova  direzione artistica firmata dal Maestro Yuri Ciccarese. Rinnovato in parte anche il team degli organizzatori.  
 
“Sadurano Serenade cambia, ma non intende in alcun modo rinunciare alle caratteristiche che l’ hanno resa gradita ad un vasto pubblico, prima  fra tutte la qualità della proposta artistica - dichiara il presidente della Associazione Amici di Sadurano , Stefano Scozzoli  - Forse la novità più eclatante è il cambio di direzione artistica, poiché dopo molti anni si interrompe il sodalizio con il Maestro Mercelli, al quale esprimiamo la più ampia  gratitudine per quanto costruito insieme.  Ma siamo sicuri che anche la proposta musicale del cartellone di quest’anno, con molti giovani talenti in evidenza e la valorizzazione di  diversi musicisti del territorio, troverà il consenso degli appassionati. Infine un caloroso benvenuto al Maestro Yuri Ciccarese, del quale vorrei sottolineare qui soltanto gli oltre vent’anni di esperienza concertistica e le prestigiose collaborazioni artistiche nazionali e internazionali”.
 
La speranza, fil rouge del CartelloneOtto gli appuntamenti in cartellone, da aprile all’autunno, distribuiti su tre luoghi: Forlì, Sadurano e Terra del Sole.
Il concetto di speranza è sviluppato in chiave di lettura musicale attraverso molteplici aspetti trasversali: il festival si apre con un concerto di musica sacra (la fede come speranza), per poi proseguire dedicando un giusto e meritato spazio ad alcuni giovani strumentisti vincitori di concorsi (la speranza del futuro).
Negli altri appuntamenti si possono poi ascoltare rarità come i Sei Notturni di W. A. Mozart (una speranza amorosa….) o capolavori assoluti come la Ciaccona per violino solo di J. S. Bach. In questa programmazione molto eterogenea troviamo anche le colonne sonore, come ad esempio Le avventure di Pinocchio di F. Carpi dall’omonimo romanzo di C. Collodi (testo pedagogico inteso come speranza di insegnamento) e la musica contemporanea. Sono state commissionate, infatti, due composizioni che saranno scritte espressamente per l’occasione; di rilievo, soprattutto, il brano Tenuem di Davide Fensi, musicista toscano vincitore del III Premio al Concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto” per la strage di Bologna... con la speranza che certe cose non accadano mai più…  
 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.