Festa dei Falò: “fuoco alle polveri”

A Rocca San Casciano una tre giorni illuminata a giorno

Il comitato organizzatore, alla luce delle buone condizioni meteo previste per questo week end ha confermato l’appuntamento con il tradizionale evento primaverile, già saltato lo scorso fine settimana a causa delle abbondanti precipitazioni.

I rioni sono già pronti a darsi battaglia la ProLoco cittadina è in fibrillazione e il divertimento è già assicurato per uno degli appuntamenti più sentiti non solo a Rocca San Casciano ma anche in tutto il comprensorio forlivese.

Le origini di questa manifestazione si perde nella notte dei tempi, qualcuno addirittura sostiene che in questo evento si ricalchino antichi riti pagani con influenze celtiche.

Altri ritengono che la storia della festa abbia un significato simbolico, legato ai riti per placare la furia delle abbondanti acque del fiume Montone. Altri ancora fissano al 1700 la tradizione, con l’istituzione della ricorrenza di San Giuseppe che si celebra il 19 marzo, quando i falò venivano accesi in tutti i giardini e cortili attornoa i quali si mangiava, beveva e danzava.

 

Dopo questo rapido e non esaustivo excursus sulla storia della festa, veniamo al ricco programma di eventi previsto per l’edizione 2012

Si parte domani, venerdì 20 aprile alle 20.00 con la seconda edizione del concorso Mangiafalò, concorso di valenza nazionale tra mangiafuoco e artisti di strada. Lo spettacolo, suggestivo, emozionante e oggettivamente imperdibile si terrà in piazza Garibaldi.

L’ingresso alla serata è libero.

Si passa poi a sabato con la giornata più attesa, quella dove i rioni di Borgo e Mercato si sfideranno sulle opposte rive del Montone cercando di superarsi con colonne di fuoco in grado di illuminare a giorno l’intero paese montano. Ad aprire la serata il vincitore del concorso “Mangiafalò” che trainerà il pubblico all’attesissima sfida. Romagna contro toscana, dunque, con due pagliai, alti più di 8 metri che si differenziano per le tecniche di costruzione, uno appunto romagnolo, l’altro toscano.

Tra i festeggiamenti per la squadra vincitrice, la serata proseguirà con la tipica sfilata di carri allegorici, con tanta musica, grazie alla collaborazione di Radio Studio Delta.

L’ingresso all’evento costa 12 euro, mentre i bimbi sotto i 14 anni entreranno gratuitamente.

A chiudere in bellezza l’evento sarà la dolce domenica, con spettacoli, sfilate e stand gastronomici. La festa parte alle ore 14.00

L’ingresso nella giornata di domenica è di 5 euro per gli adulti.

La Festa del Falò è promossa da Comune e Pro Loco di Rocca San Casciano, la Città del Fuoco, insieme a Rione Borgo e Rione Mercato, con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena e Unione Montana Acquacheta Romagna-Toscana.

L’evento si svolge inoltre grazie alla collaborazione della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, le Terme di Castrocaro e il Grand Hotel delle Terme & Spa, Cars Automobili, Confartigianato Forlì, Ginestri Arredamenti, Casa Italia, Heineken e Zama Impianti.

Per info: www.festadelfalo.it

pagina Facebook (http://www.facebook.com/#!/festadelfalo).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.