18 aprile 2012 - Forlì, Agenda, Cronaca, Cultura, Eventi, Sanità

"Partigiani popolazione e guerra in Appennino"

Presentazione del libro scritto a 4 mani sull'ottava Brigata Garibaldi

Venerdì 20 aprile 2012 alle ore 21.00 al circolo Arci di bagnolo si terrà la presentazione del libro: “partigiani, popolazione e guerra sull’Appennino. L’ottava Brigata Garibaldi di Romagna” scritto a quattro mani da Roberta Mira e Simona Salustri ed edito da “Il Ponte Vecchio”. Nel corso della serata interverranno direttamente le autrici, il Presidente Arci di Forlì, Michele Drudi, il presidente del circolo di Bagnolo, Bruno Ravaioli e Gabriele Zelli, presidente dell’associazione culturale “E’s’daz”

Il volume ricostruisce la storia dell’8ª brigata tenendo insieme il piano della storia locale con quello della storia nazionale. Nel testo vengono prese in esame le fasi di nascita e sviluppo della brigata con la sua organizzazione, i collegamenti instaurati con i partiti politici e i centri direttivi del movimento partigiano, le difficoltà interne e le attività militari. Viene inoltre affrontato il nodo del rapporto con la popolazione attorno al quale ruotano il tema della modalità pratica in cui i partigiani si insediarono e vissero sul territorio, e le problematiche della sopravvivenza sia degli uomini armati che dei civili residenti.

L’8ª brigata Garibaldi Romagna fu la principale formazione partigiana nella provincia di Forlì e una delle più numerose in Emilia Romagna. La brigata, nata formalmente all’inizio di aprile del 1944, fu attiva nella porzione appenninica del territorio forlivese, ai confini con la Toscana e le Marche, dove i primi nuclei di resistenti si insediarono sin dal settembre 1943. La sua storia si concluse con la smobilitazione nel novembre 1944 all’indomani della liberazione di Forlì.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.