In più di 500 per dire no ai licenziamenti facili

I lavoratori dell’Electrolux in sciopero manifestano lungo la via Emilia

Terza giornata di scioperi e cortei a Forlì in pochi giorni.

 

Alle 10.00 dallo stabilimento della Electrolux-Zanussi è partito un corteo di oltre 500 lavoratrici e lavoratori ha percorso la via Emilia sino alla rotonda della tangenziale di Forlì. Al corteo hanno partecipato i lavoratori della Dometic Italy anch’essi in sciopero.

In Electrolux l’adesione allo sciopero tra gli operai è stata del 70%.

 

Al termine del corteo si è svolta un’assemblea davanti ai cancelli della fabbrica per informare i lavoratori e le lavoratrici sui contenuti della controriforma Monti-Fornero sul mercato del lavoro.

 

Questa manifestazione, che arriva dopo i cortei dei giorni scorsi che hanno coinvolto i lavoratori della Bonfiglioli, della Marcegaglia, della Ferretti e di tante altre aziende, si svolge nell’ambito delle iniziative di mobilitazione indette dalla CGIL su tutto il territorio nazionale per chiedere modifiche profonde al testo della controriforma e per ottenere il ripristino del diritto al reintegro sul posto di lavoro in tutti i casi di licenziamento senza giusta causa o giustificato motivo.

 

"L’Articolo 18 - si legge nella nota diffusa dalla Fiom CGIL -  è il diritto per il lavoratori ad organizzarsi liberamente in tutte le fabbriche e in tutti i luoghi di lavoro. E’ una norma di civiltà, è il segno della libertà per i lavoratori. E per difenderla siamo pronto a continuare e ad estendere le lotte". 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.