Crisi dei lavoratori e della politica, il "caso Marcegaglia"/2

Parlano Pier Giorgio Poeta (Rif) e Tommaso Montebello (Idv)

Sulla presa di posizioni delle istituzioni abbiamo parlato con Tommaso Montebello, coordinatore provinciale dell’Italia dei Valori:

“Ribadiamo il fatto che l’accelerazione della trattativa sia stata sbagliata e riteniamo che nel momento in cui l’Eurostat dimostra che lo stipendio degli Italiani siano tra i più bassi dell’Europa tra i paese più industrializzati si fa una riforma del lavoro che allunga l’età pensionabile e provocherà inevitabilmente un aumento della disoccupazione giovanile perché chiaramente queste persone dovranno lavorare. In tutto questo discorso la beffa che si era parlato di stabilità per i ragazzi e questo in realtà non è sicuro. Noi abbiamo manifestato solidarietà ai lavoratori della Marcegaglia e continueremo ad impegnarci qui e in tutte le battaglie perché adesso si apre la stagione di lotta con l’accordo separato”.

 

Alla luce di questa situazione qual è la convivenza col PD in consiglio comunale?

“Sicuramente credo che abbiano sottovalutato l’impatto che schierarsi in quel modo avrebbe portato poi sulla trattativa. Pensiamo sia necessario di riflettere sulla questione ed evitare anche in futuro di prendere decisioni avventate perché se va avanti l’idea alla Marchionne che agitando gli investimenti si fa accettare ai lavoratori tutto quello che si vuole è chiaro che i diritti dei lavoratori vengono cancellati”.

 

Non pare tuttavia una scelta non ponderata quella della maggioranza, dove due sindaci e lo stesso presidente della Provincia prendono una posizione comune, sembra più una cosa studiata a tavolino che una decisione avventata

“Diciamo che è chiaro che le istituzioni devono tutelare gli investimenti il problema è avere la forza di non cedere al ricatto delle aziende perché  fondamentalmente è di questo si parla. In questo momento forse ci sarebbe voluto più coraggio”.

 

Un occasione mancata per tacere, invece, è il pensiero del capogruppo del Partito della Rifondazione Comunista, Piergiorgio Poeta che a domanda risponde:

La politica in generale ha dimostrato da che parte stanno i partiti che sono nelle istituzioni in particolar modo chi difende i lavoratori e chi invece sta con il padronato.

Anche il Sindaco di Forlì di Forlimpopli e della Provincia mi dispiace hanno perso un’occasione per stare zitti.

Di solito e istituzioni difendono i più deboli, in questo caso si sono nettamente schierati con i padroni”.

 

Esiste l’effettivo pericolo che il modello Marcegaglia possa essere replicato?

“E’ un’azienda non in crisi, è un azienda che sta cercando di comprimere quelli che sono i diritti come sta facendo questo Governo e chi sostiene questo Governo. Mi dispiace perché i partiti che oggi dicono di difendere ancora la classe lavoratrice in realtà stanno dall’altra parte.

Assistiamo oggi al tentativo di far passare un determinato modello, cioè la cancellazione di tutti i diritti del lavoro per risparmiare dei soldi con la minaccia di delocalizzare”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.