Duecento milioni di euro per sostenere la piccola media impresa in Romagna

L’obiettivo comune è il continuo sostegno allo sviluppo delle piccole e medie imprese che rappresentano la struttura portante del sistema produttivo romagnolo. Si rafforza ancor di più la collaborazione tra Unindustria Forlì-Cesena e Cariromagna, grazie all’accordo che guarda ad ogni possibile prospettiva di sviluppo per le PMI della regione e che a questo scopo prevede un plafond di 200 milioni di euro.

L’accordo è stato siglato oggi a Forlì da Giovanni Torri, presidente di Unindustria Forlì-Cesena, Giorgio Cangini,presidente Comitato Piccola Industria di Unindustria Forlì- Cesena, Vincenzo Maria De Rosa, consigliere con delega alla finanza di Unindustria Forlì-Cesena, Sergio Mazzi, presidente di Cariromagna e da Stefano Capacci, direttore generale di Cariromagna, e presentato nel pomeriggio nell’ambito dell’incontro “Obiettivo crescita” ad una larga platea di imprenditori, a cui ha partecipato Adriano Maestri, direttore regionale di Intesa Sanpaolo.

I punti decisamente innovativi dell’intesa sono tre: la valorizzazione delle persone che lavorano in azienda con il sostegno alla formazione dei dipendenti e allo sviluppo occupazionale, gli interventi di finanza straordinaria e razionalizzazione organizzativa (Lean Management), i finanziamenti e la consulenza per una maggiore efficienza energetica ed eco-sostenibilità dell’azienda.

“Obiettivo crescita. Non chiediamo altro, - ha affermato Giovanni Torri, presidente di Unindustria Forlì-Cesena – nulla più di poter continuare a fare il nostro lavoro, ogni giorno con la volontà di poter cogliere nuove opportunità e nuove prospettive di sviluppo. In questo momento il credito rappresenta l’emergenza e la priorità più importante da affrontare nell’immediato. L'accordo siglato oggi va in questa direzione: rinnova un rapporto di partnership già avviato, ma rafforza gli interventi per la crescita, puntando su soluzioni in grado di supportare le imprese e favorirne investimenti, crescita, patrimonializzazione e sviluppo. La nostra attenzione come associazione va ora alla verifica della sua concreta applicazione sul campo.”

 

“Il momento è difficile, - commenta Sergio Mazzi, presidente di Cariromagna- ma le nostre imprese hanno qualità e capacità imprenditoriale indiscusse e intatte e noi faremo fino in fondo la nostra parte, mettendo loro a disposizione credito, conoscenza e vicinanza.”

“Con Unindustria Folì-Cesena oggi siamo una squadra che ha trasformato l’emergenza in occasione di crescita. – ha aggiunto Stefano Capacci, direttore di Cariromagna -Se guardiamo alla realtà di ogni singola azienda possono emergere opportunità di crescita inesplorate, nuovi mercati su cui affacciarsi, progetti da realizzare, possibili alleanze. Un punto importante dell’intesa è l’impegno per la formazione e quindi per l’occupazione.”

 

I PUNTI CHIAVE DEL PROGETTO:

 

"Formazione"

Cariromagna ha attivato un accordo con Fondimpresa, il più importante fondo interprofessionale in Italia per la formazione continua, che conta oltre 62.000 imprese associate. Grazie a Fondimpresa le aziende possono disporre di un “conto formazione” che rende direttamente disponibili il 70% dei contributi versati all’INPS per la formazione prevista dalla legge: Cariromagna anticipa i contributi accantonati dall’azienda sul “conto formazione” fino all’80% dell’importo e per una durata di 15 mesi. Con Finanziamento Gestione Business – Fondimpresa le banche rispondono invece a necessità personalizzate di finanziamento fino ad un massimo di 100.000 euro.

 

"Crescita dimensionale"

Per accelerare il processo di crescita Cariromagna offre la possibilità di avvalersi delle più innovative soluzioni di finanza. L’accordo dedica un’attenzione specifica anche ai progetti di razionalizzazione organizzativa e al cosiddetto Lean Management. Cariromagna si impegna a fornire consulenza e attività di formazione per gli imprenditori che vogliano far propria l’impostazione del Lean Thinking e definirne la possibile applicazione in azienda

 

"Efficienza energetica ed eco-sostenibilità"

Informazioni, servizi e finanziamenti per accompagnare le imprese che vogliono intraprendere la strada della sostenibilità energetica e coglierne i vantaggi economici rappresentano un articolato capitolo dell’accordo. Cariromagna è in grado infatti di sostenere imprese di qualsiasi settore che investono nell’energia “verde” e nella tutela ambientale: eco-turismo, eco-sharing, efficienza energetica, certificazioni ambientali, sicurezza sul lavoro, bio-edilizia. Nel 2010 il Gruppo Intesa Sanpaolo ha erogato finanziamenti “verdi” per oltre 3,3 miliardi di euro. Gli interventi possibili spaziano dalla semplice installazione di pannelli fotovoltaici alla realizzazione di impianti più complessi, anche attraverso formule di leasing. Le imprese che intendono realizzare investimenti nel settore energetico possono avvalersi della consulenza di un desk specialistico di Mediocredito italiano, società del Gruppo dedicata allo sviluppo delle Pmi.

 

Fare rete”

per aumentare la massa critica, avere maggiore forza sul mercato, migliorare le possibilità di accesso al credito: è una scelta che molte aziende hanno già fatto e che sta destando crescente interesse. Il Gruppo Intesa Sanpaolo, che ha accompagnato la realizzazione delle prime reti d’Impresa italiane, mette a disposizione team territoriali di specialisti del Mediocredito italiano che forniscono assistenza legale, creditizia e tecnica oltre al supporto nella ricerca di partner industriali.

 

"Innovazione"

Cariromagna finanzia i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione delle imprese: dall’acquisto di nuove tecnologie al miglioramento dei sistemi informativi, all’innovazione di prodotti e processi. La società del Gruppo Intesa Sanpaolo Eurodesk offre alle imprese italiane consulenza per accedere alle opportunità di finanziamento a fondo perduto e agevolato dell’Unione Europea nonché assistenza per partecipare direttamente ai grandi progetti di ricerca europei.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.