20 marzo 2012 - Forlì, Cronaca, Società

Claudio Aldini, "l'antivelox" è il candidato del centrodestra

Lega e PdL trovano l'accordo: "Vinceremo"

Claudio Aldini è il candidato sindaco del centro destra per le elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Dopo settimane di tribolazione, a pochi giorni dal termine per la presentazione delle liste (inizio aprile), finalmente c’è un nome. Ed è un nome ben conosciuto in città. Aldini è, infatti, il titolare del negozio di abbigliamento sportivo Claudio Sport e si è fatto apprezzare, negli anni, come presidente di Castrumcari, consorzio di promozione turistica. Recentemente, è salito sulle barricate anti autovelox, entrando a far parte del comitato 1251, che riuniva un nutrito gruppo di cittadini per chiedere la rimozione del rilevatore di velocità di Villa Rovere e l’annullamento delle multe da esso comminate.

Claudio Aldini, vive a Castrocaro dalla nascita, nel 1963. La sua famiglia è castrocarese da molte generazioni. È sposato e ha due figlie. Fino a pochi giorni fa, come egli stesso dichiara, pensava solo alla gestione del suo negozio, aperto ventisei anni fa: «La proposta di correre appoggiato dal centro destra mi è stata fatta una settimana fa. Mi sono preso del tempo per pensarci, ne ho parlato con la mia famiglia. E alla fine ho deciso di dare la mia disponibilità. La scelta della coalizione mi onora». Sul programma, Aldini ancora non si sbottona, ma qualche idea su come cambiare Castrocaro già ce l’ha: «Nell’eventualità di vittoria alle elezioni, cosa di cui sono abbastanza convinto, bisognerà lavorare sulla sicurezza e rendere più vivibile il nostro paese. Bisognerà, inoltre, sviluppare delle alternative turistiche, in parallelo al termalismo, che rimane il nostro punto di forza». Aldini sa che dovrà risalire la china e che i suoi avversari sono determinati: «Sanzani e Pieraccini li conosco bene. Piolanti è giovane, un bravo albergatore. Zoli è quello che conosco meno». A preoccuparlo di più è proprio il primo: «Lo conosco fin da quando era amministratore comunale ed io, da presidente del consorzio Castrumcari, mi sono dovuto confrontare spesso con lui».

L’indecisione in cui era piombato il centro destra, dopo il mancato rinnovo di fiducia al sindaco Francesca Metri da parte della Lega Nord, aveva fatto temere un incrinarsi dell’asse tra il Pdl e il partito padano, finanche a configurare la possibilità che le due formazioni andassero separate all’appuntamento elettorale.

La candidatura di Claudio Aldini scongiura questa possibilità e salva il matrimonio Pdl-Lega.

L’impressione, in ogni caso, è che la Lega Nord, a Castrocaro, stia appoggiando non il candidato ideale, che sarebbe quasi certamente un leghista, ma un uomo vicino al centro destra col quale c’è stata, almeno sulla questione del velox, una convergenza di interessi. Che tutto questo sia sufficiente a cementare un’alleanza e a sviluppare una collaborazione duratura e senza intoppi, solo il tempo potrà dirlo.

 

                                                                                        (Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.